HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


POLVERELLI LEO

Ditta artigiana di istallazione e manutenzione di impianti frigoriferi

 

La Banca dei Saperi Artigiani

 

Problema
Il tramandare le usanze ai giovani e alle future generazioni risulta essere importante nel tentativo di far sopravvivere antiche arti e mestieri.

 

Soluzione
L’idea avuta da Polverelli Leo è quella di istituire La Banca dei saperi artigiani: una rete di competenze tecniche e educative costituta dagli artigiani pensionati o prossimi alla pensione che aderiscono a CNA Associazione; gli artigiani coinvolti hanno svolto mestieri di tipo artistico e tradizionale (maestri d’ascia, ceramisti, stampatori su tela, intrecciatori di vimine, decoratori, restauratori, fotografi).Attualmente la Banca offre fino a 15 laboratori l’anno a cui partecipano più di 200 ragazzi. L’iniziativa parte dal convincimento che gli artigiani in pensione sono depositari di una memoria collettiva ed individuale molto utile per conoscere tratti di storia dell’identità culturale del territorio: il mettere a disposizione del territorio tutte queste informazioni, risulta importante per poter raccontare ed insegnare i vecchi mestieri ad un pubblico di bambini ed adolescenti che vengono così coinvolti in un processo molto originale di apprendimento e di scoperta della storia locale.

 

Risultati
Gli artigiani pensionandi e pensionati sono protagonisti preziosi della crescita sociale del territorio. Poiché mettono a disposizione il proprio saper fare e la propria storia di vita e di lavoro, i pensionati vedono riconosciuto il loro valore e ruolo sociale: la “Banca dei saperi artigiani” quindi rappresenta un vantaggio sia sociale sia individuale.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica