HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


TAAAC

Spin-off dell’Innovation cLab, associazione culturale nata nel 2008 per promuovere l’interazione tra giovani professionisti per la creazione di progetti innovativi

 

Reseat

 

Problema
L’attitudine a porsi verso i problemi in modo aperto, esprime la consapevolezza che la soluzione alle sfide e ai problemi può venire da spunti totalmente estranei. Sulla base di questa filosofia è possibile inventare “nuovi sistemi” che permettano di risolvere problemi riscontrabili sul mercato.

 

Soluzione
Il progetto Reseat è un sistema di complementi d’arredo multiuso e modulare, ottenuto con un processo sostenibile e innovativo. Tutti i materiali di cui si compone sono derivati da scarti di produzione industriale, e sono recuperati e trasformati, assumendo così una nuova vita.La linea comprende una gamma di diversi materiali di rivestimento derivanti da scarti tessili e plastici; la facilità di produzione e composizione del cuscino permette di offrire lavoro a categorie socialmente emarginate o fuori dal classico mercato del lavoro. Tutto ciò che è considerato scarto, diventa un materiale utile da reintegrare nel sistema. La prima fase della progettazione e prototipazione di Reseat è stata appena conclusa. Reseat si compone di due elementi, il ripieno interno e la fodera di rivestimento: l’interno è composto da materiale plastico proveniente da scarti di lavorazione industriale pre-consumo; mentre la fodera esterna può essere composta in diversi modi, utilizzando scarti tessili derivanti da tessuti naturali o scarti plastici come ad esempio teloni di PVC. Le unità sono componibili tra di loro utilizzando bottoni normali o a pressione. Il partner no profit, fornitore della manodopera è stato scelto per garantire la reintegrazione di lavoratori disagiati. Sono stati presi in valutazione varie categorie di cooperative che reintegrano lavoratori disagiati. I criteri di valutazione sono stati basati non tanto sulla categoria ma quanto sulla possibilità e capacità di lavorazione e creazione del prodotto e l’esperienza già sviluppata in campo sartoriale. L’obiettivo finale del nostro progetto è la produzione di componenti di arredo per tutti, per ogni categoria sociale, ed il mezzo per garantire questo prodotto è l’utilizzo di materie riciclate sopra descritte e di personale che è al di fuori del mercato del lavoro. E’ possibile con questi mezzi rispondere ad un bisogno che indubbiamente la crisi di questi ultimi anni ha acuito. 

Al momento il programma è all’inizio della terza fase. Il prototipo è stato creato, le relazioni con i fornitori di lavoro, materiali di scarto sono state create e a breve verrà creato il sistema distributivo del progetto. Contemporaneamente si stanno valutando e creando i sistemi di controllo della performance del progetto e gli indici relativi all’impatto sociale e ambientale del medesimo.

 

Risultati
La terza fase di progettazione è appena iniziata, si stanno fissando gli obiettivi da raggiungere in base alla domanda del mercato. La creazione di un sistema completamente sostenibile, innovativo, scalabile etico e sociale garantisce un’enorme visibilità alla società.L’obiettivo che si vuole raggiungere è la continuità nel tempo di questo progetto, trovando nuove forme, nuove idee e nuovi materiali che possano portare alla creazione di diversi componenti d’arredo, rivoluzionando completamente il concetto attuale e portando alla ribalta i bisogni dei consumatori più fragili.

Sull'impresa

Settore: Servizi  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica