HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


THE MENARINI GROUP

Primo Gruppo Farmaceutico Italiano nel Mondo

 

Progetto Mimosa

 

Problema
Ogni anno nel mondo circa 200.000 donne (intorno a 60.000 in Europa e 20.000 negli Stati Uniti) vengono colpite da tumore maligno all’ovaio (il termine medico è carcinoma ovarico), che si colloca così al sesto posto per incidenza tra le forme di tumore maligno nella donna.Fino ad oggi non esistono terapie scientificamente fondate per prevenire l’insorgere di queste possibili recidive: in caso di recidiva le possibilità terapeutiche sono limitate e la malattia, nella maggior parte dei casi, viene considerata non più curabile.

 

Soluzione
Il progetto MIMOSA è rivolto alle donne che combattono il cancro dell'ovaio, primo tra i tumori ginecologici per mortalità a causa della sua aggressività. Il progetto parte in contemporanea ad uno studio clinico mondiale, Lo Studio Mimosa, iniziato nel 2006 e condotto in 151 centri ospedalieri di eccellenza. Il duplice obiettivo del progetto vede due protagonisti: da un lato i ricercatori del Gruppo Menarini verificano l'efficacia e la sicurezza di Abagovomab, un vaccino anticorpale e biotecnologico mirato ad evitare la recidiva della malattia in 900 pazienti che ricevono il vaccino ogni mese e sotto attento monitoraggio per assicurare lo stato di remissione della loro malattia fino a dicembre 2010, allorquando matureranno i risultati clinici. La motivazione che ha guidato la Menarini ad ideare e a far vivere il progetto Mimosa è costituita dalla mancanza di cure adeguate per combattere il tumore alle ovaie, una malattia orfana ad alta mortalità.  In generale, gli obiettivi e i piani sono basati su aspettative concrete e reali di coloro che potranno usufruire dei risultati di tale progetto, a partire innanzitutto dal campione di donne che si sono sottoposte alla sperimentazione del vaccino. Il dialogo aperto da Menarini con medici curanti, ginecologi/oncologi, società accademiche del settore, nonché con il personale coinvolto ha portato ad una piena condivisione degli obiettivi prefissi al fine di assicurare il loro raggiungimento con una tempistica aggressiva.

 

Risultati
L’iniziativa avviata da Menarini Group ha permesso di realizzare una produzione su scala industriale del principio attivo del vaccino presso Menarini Biotech, la Società del gruppo Menarini responsabile di questo settore ad altissima tecnologia. Sono stati conseguiti gli obiettivi del reclutamento delle donne disposte alla sperimentazione del vaccino e del mantenimento delle scadenze delle vaccinazioni e dei controlli. I primi risultati sul vaccino si avranno solo nel 2010, ma immediati sono il coinvolgimento di numerose persone ed il diffondersi di un’abitudine alla prevenzione. Tutto ciò non potrà che apportare benefici anche per quanto riguarda l’opinione altrui su tale progetto.

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica