HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


SANOFI

Azienda farmaceutica leader a livello mondiale

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2010

La responsabilità sociale di Sanofi-aventis verso i propri collaboratori nell’emergenza e nella ricostruzione dopo il sisma in Abruzzo.

 

Problema
A dieci mesi dal sisma, la provincia de L’Aquila sta riprendendo i normali ritmi di vita quotidiana grazie all’impegno di numerosi enti pubblici e privati, che hanno messo a disposizione delle famiglie colpite risorse economiche e passione.

 

Soluzione
A seguito del forte sisma che il 6 aprile 2009 ha coinvolto la popolazione de L’Aquila e dei territori limitrofi, Sanofi-aventis si è mobilitata per aiutare i circa 480 collaboratori dello stabilimento di Scoppito (AQ) e la forza vendite. A questo scopo l’azienda ha messo in atto, in collaborazione con la Protezione civile, un piano di pronto intervento che ha permesso in un paio di giorni di dare alloggio ai dipendenti colpiti in tende climatizzate capaci di ospitare 250 persone, nonché di offrire pasti caldi 3 volte al giorno, servizi di assistenza legale, la distribuzione di beni di prima necessità e sostegno sanitario e psicologico.

A queste azioni si sono aggiunti il Piano Casa per la costruzione di un Complesso Residenziale Temporaneo di circa 120 moduli abitativi antisismici in grado di ospitare 500 persone e l’impegno a sostenere i costi dell’urbanizzazione necessaria.

 

Risultati
Le tende climatizzate provvisorie ed i servizi di base sono stati resi disponibili in due giorni.Il 20 aprile 2009 (14 giorni dopo il sisma) sono potute riprendere normalmente le attività lavorative per il 50% dei collaboratori; il 10 giugno 2009 (2 mesi dopo il sisma) lo stabilimento è tornato ad essere completamente operativo, potendo nuovamente ospitare al lavoro tutti i 380 dipendenti.Il 23 settembre 2009 (5 mesi e mezzo dopo il sisma) è stato invece inaugurato il Villaggio Residenziale. Tale Complesso, ultimato in 90 giorni di lavoro, offre una sistemazione a circa 500 persone tra collaboratori del sito, forza vendite residente a L’Aquila e rispettive famiglie.Sono stati realizzati 112 moduli abitativi antisismici (di 42 e 62 m2, a seconda delle necessità) sorti a L’Aquila, presso la frazione Casale del Comune di Scoppito, su un terreno di circa 47.000 metri quadrati.

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica