HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ACSR

Azienda cuneese impegnata nello smaltimento dei rifiuti

 

I.D.E.A. Granda (Integrazione Dell’Energia nell’Ambiente)
Borgo San Dalmazzo (Cuneo)

 

Problema

La mission di ogni azienda pubblica impegnata nello smaltimento di rifiuti è individuare obiettivi di miglioramento della sostenibilità ambientale, che possano ripercuotersi su tutto il territorio servito.

 

Soluzione

L'azienda pubblica di igiene ambientale ACSR (Azienda Cuneese Smaltimento Rifiuti) – che opera su un territorio di 54 Comuni in cui risiedono 167.000 abitanti – ha siglato un Protocollo d'intesa con la Provincia di Cuneo, Pirelli Ambiente & C. e Buzzi Unicem s.p.a. allo scopo di: ridurre l'impatto ambientale dei rifiuti prodotti sul territorio e destinati alla discarica; aumentare la percentuali di rifiuti sottoposti a recupero; vedere ridotte le emissioni di ossidi di azoto e di zolfo; produrre energia da fonte rinnovabile da poter immediatamente destinare ad uso industriale.

Il protocollo d'intesa siglato in quest'ottica è stato formalizzato immaginando un contributo operativo e specifico da parte di tutti gli enti coinvolti. In particolare: ACSR si è impegnata a riavviare un impianto in disuso attraverso l'implementazione di tecnologie che consentissero di recuperare a fini energetici una parte dei rifiuti destinati alla discarica; Pirelli Ambiente & C. - con cui ACSR ha costituito la società consortile IDEA Granda - ha aggiunto al progetto una partnership tecnologica fornendo tutte le garanzie di prodotto necessarie; la Cementeria Buzzi - Unicem ha messo a disposizione il proprio impianto già esistente ubicato in prossimità di quello di recupero dei rifiuti.

Questa sinergia è stata realizzata allo scopo di mettere in atto un sistema integrato di smaltimento e recupero dei rifiuti in grado di ridurre in modo tangibile gli impatti di questo processo sul territorio di riferimento.

 

Risultati

La discarica di riferimento accoglieva – prima dell'attivazione del progetto - circa 57.000 tonnellate l'anno di RSU, divenute successivamente 26.000.

La percentuale di rifiuti avviati al recupero è quindi cresciuta del 27%. Ciò ha consentito una minore emissione diretta di CO2 pari a circa 170.000 tonnellate.

L'esperienza di ACSR e delle realtà che con essa hanno reso possibile il progetto è unica in Italia: si tratta infatti del primo esempio nel nostro Paese di sostituzione di combustibile in un impianto non dedicato. Per questo l’organizzazione ha avuto nel settore un’ampia eco, che a sua volta ha incrementato la gratificazione del personale per il contributo portato all'iniziativa.

Sull'impresa

Settore: Servizi per l'ambiente Website: www.acsr.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica