HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


INDESIT COMPANY

Azienda attiva nella produzione di elettrodomestici

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2003

Codice di condotta per la tutela globale dei diritti dei lavoratori

 

Problema

La globalizzazione economica sta eliminando le barriere alla circolazione di beni, servizi e capitali, consentendo alle multinazionali di globalizzare la produzione e dare vita a reti di distribuzione.
Merloni Elettrodomestici crede che in un tale contesto le imprese, oltre a garantire profitti ai propri azionisti, debbono contribuire al benessere delle comunità in cui operano.
I requisiti minimi per farsi carico di questa responsabilità sono la tutela dell’ambiente, ed il rispetto degli standard di riferimento sui diritti dei lavoratori, come stabiliti dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), al fine di garantire buone condizioni di lavoro ai dipendenti della Merloni Elettrodomestici SpA. Questo vale con particolare attenzione per gli stabilimenti del Gruppo in Russia (5.778 dipendenti), Polonia (563 dipendenti) e Turchia (405 dipendenti).

 

Soluzione
Merloni Elettrodomestici ha stipulato il 9 gennaio 2002 con i sindacati nazionali FIM-FIOM-UILM – anche in nome e per conto della Federazione Internazionale dei Sindacati - e FISM un accordo finalizzato a:
- Contribuire sostanzialmente all’eliminazione dello sfruttamento del lavoro minorile in violazione dei regolamenti ILO;
- Sostenere e promuovere i diritti umani fondamentali dei lavoratori come stabilito nella “Dichiarazione tripartita dei diritti fondamentali dei lavoratori”, approvata il 18 giugno 1998 dall’ILO;
- Opporsi a distorsioni competitive basato sul mancato rispetto delle regole internazionale sul lavoro minorile e sugli altri diritti dei lavoratori;
- Migliorare l’immagine che il mercato e i consumatori hanno del gruppo Merloni Elettrodomestici, immagine che si fonda su comportamenti socialmente corretti nel rispetto degli accordi internazionali ILO.
In base a questo accordo, Merloni Elettrodomestici si è impegnata a rispettare i diritti umani fondamentali in tutti i propri stabilimenti e ad eliminare lo sfruttamento del lavoro minorile. In particolare Merloni Elettrodomestici si è impegnata a rispettare le seguenti convenzioni internazionali:
- La convenzione numero 29 adottata a Ginevra il 28 giugno 1930 e la numero 105 adottata a Ginevra il 25 giugno 1958 (“E’ vietato il ricorso al lavoro pesante svolto da prigionieri o in condizioni di schiavismo”);
- La convenzione numero 138 adottata a Ginevra il 26 giugno 1973, la quale vieta l’impiego di ragazzi di età inferiore ai 15 anni o che non abbiano ancora raggiunto l’età fissata in quel paese per il termine dell’istruzione obbligatoria;
- La convenzione numero 182 adottata a Ginevra il 17 giugno 1999 sulle forme peggiori di lavoro minorile;
- La convenzione numero 87 adottata a San Francisco il 17 giugno 1948, che riconosce il diritto dei lavoratori di costituire dei sindacati e di appartenervi;
- La convenzione numero 98 adottata a Ginevra l’8 giugno 1949, che riconosce ai lavoratori di negoziare in libertà ed autonomia accordi di durata limitata e illimitata;
- La convenzione numero 111 adottata a Ginevra il 25 giugno 1958, la quale stabilisce che i lavoratori non possono essere discriminati per ragioni legate alla razza, alla religione, alle opinioni politiche e alle classi sociali di provenienza;
- La convenzione numero 100 adottata a Ginevra il 29 giugno 1951, che vieta ogni discriminazione retributiva tra uomini e donne che hanno lo stesso livello professionale.
- La convenzione numero 135 adottata a Ginevra il 23 giugno 1971, che tutela le rappresentanze dei lavoratori.
Nel rispetto di queste convenzioni internazionali e delle leggi in vigore nei paesi in cui il Gruppo è presente, verrà valutato l’impiego degli strumenti più efficaci per assicurare il rispetto delle convenzioni ILO da parte dei fornitori diretti. In particolare, Merloni Elettrodomestici si è impegnata a:
- promuovere “azioni positive” a supporto dei principi di libertà sindacale e di contrattazione collettiva;
- intervenire tempestivamente, attraverso attività di monitoraggio e controllo, per eliminare situazioni non conformi al rispetto delle convenzioni numero 29 e 138 che riguardano l’eliminazione dello sfruttamento del lavoro minorile e del lavoro pesante coatto;
- riservarsi il diritto di applicare sanzioni fino alla risoluzione del contratto ai fornitori che adottino comportamenti contrari alle convenzioni numero 29 e 138;
- implementare attività di monitoraggio nelle loro unità produttive, per assicurare il rispetto dei principi stabiliti nelle convenzioni oggetto dell’accordo.

 

Risultati
Il monitoraggio dell’accordo è affidato al Comitato Misto Nazionale, come previsto dall’Accordo Aziendale in vigore. La Merloni Elettrodomestici fornirà informazioni sull’attuazione dell’accordo durante gli incontri annuali del CAE (Comitato Aziendale Europeo) e in occasione dell’attività informativa prevista dal CCNL. Per quanto riguarda i paesi che non sono membri del CAE, la direzione locale degli stabilimenti fornirà informazioni ai rappresentanti dei lavoratori e dei sindacati.

Sull'impresa

Settore: Fabbricazione di elettrodomestici Website: www.indesitcompany.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica