HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


METADISTRETTO CALZATURIERO VENETO

Distretto industriale, nel settore calzaturiero

 

Azienda sicura

 

Problema
La cultura della prevenzione e la promozione della riduzione della sinistrosità attraverso l’introduzione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro sono diventate indispensabili, e i lavoratori rappresentano il principale veicolo per condividere all’interno dell’azienda le informazioni utili al fine di prevenire eventuali situazioni pericolose.

 

Soluzione
L’Associazione dei Calzaturifici della Riviera del Brenta (A.C.Ri.B.) e INAIL hanno firmato in data 1° dicembre 2005 un accordo finalizzato a sperimentare soluzioni pratiche per ambiti di intervento significativi, che favoriscano le azioni per la prevenzione e contribuiscano a diffondere la cultura della salute e della sicurezza. L’accordo, nel giugno 2006, si è concretizzato con un progetto denominato “Azienda sicura”. Alla base vi era l’intenzione di INAIL di studiare il Distretto Calzaturiero della Riviera del Brenta con i suoi elevati standard di sicurezza e prevenzione degli infortuni sul lavoro. Da questa considerazione è mossa la volontà di codificare un Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro (SGSL) da diffondersi poi anche ad altri contesti produttivi.A partire dal 2006 il progetto ha interessato diverse aziende del Distretto Calzaturiero Veneto e ha avuto una grande importanza per sensibilizzare imprese e lavoratori sull’importanza di temi quali salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. Nel 2007 esso è entrato nella sua seconda fase strutturando il lavoro svolto con le 5 aziende nel 2006 e coinvolgendo altre 5 aziende della Riviera del Brenta che hanno abbracciato l’idea di implementare un “Sistema per la Gestione della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro”. Gli obiettivi così raggiunti sono stati: dare continuità allo sviluppo dell’iniziativa attuando un piano di mantenimento e miglioramento dei fattori critici riscontrati in azienda per quanto attiene le cinque imprese già implementate; estendere ad un secondo gruppo di società la possibilità di adottare il Sistema Gestione della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro, premiando le stesse con la riduzione del premio INAIL (applicazione art. 24 M.A.T.) e promuovere il caso dei calzaturifici della Riviera del Brenta come esempio di attenzione al tema della sicurezza sugli ambienti di lavoro - esempio trasferibile ad altri contesti produttivi a più alto tasso di sinistrosità.

 

Risultati
Nel 2006 il progetto ha interessato 5 aziende del Distretto Calzaturiero Veneto e ha raggiunto l’obiettivo di sensibilizzare imprese e lavoratori sull’importanza di temi quali salute e la sicurezza negli ambienti di lavoro. Il progetto “Azienda Sicura” ha saputo implementare una logica di circolarità delle informazioni in azienda, facendo dei lavoratori un anello fondamentale per trasmettere al Responsabile SGSL ogni minima presenza di pericolo negli ambienti di lavoro. Il responsabile del sistema – grazie ad un percorso formativo curato dai tecnici del Politecnico Calzaturiero Scarl – è venuto a conoscenza degli strumenti da utilizzare per veicolare informazioni e coinvolgere il personale nella corretta gestione del sistema SGSL. Cinque aziende hanno terminato il percorso di implementazione adottando un Manuale per il Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro (SGSL) redatto in conformità alle linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro e alle leggi in materia di Salute e della Sicurezza sul Lavoro pertinenti. Le imprese hanno ulteriormente aumentato l’attenzione in merito ai seguenti temi e alle attività da porre in essere al fine di: considerare la sicurezza e la salute, analogamente alla qualità, alla produttività ed al profitto, come valori essenziali da tenere presente nell’espletamento della propria attività; assumere Sicurezza e Salute quali responsabilità di linea e pertanto esigere da ciascun dipendente di tenere un comportamento responsabile e costruttivo in merito a dette tematiche; impegnarsi nel rigoroso rispetto della legislazione e delle regolamentazioni di sicurezza e salute, all’adozione, per quanto possibile, delle migliori tecniche disponibili, al corretto mantenimento degli impianti ed al miglioramento continuo delle prestazioni riguardanti la salute, la sicurezza privilegiando le azioni preventive; introdurre un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul Lavoro per realizzare la politica e gli obiettivi conseguenti, nell’ottica del miglioramento continuo; valutare periodicamente i rischi connessi con la propria attività, individuando gli obiettivi di sicurezza e definendo i conseguenti programmi per il miglioramento continuo delle condizioni di sicurezza aziendale; coinvolgere attivamente nella gestione della sicurezza l’intera organizzazione aziendale, dirigenti, preposti, lavoratori e loro rappresentanti per la sicurezza, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze ed attribuzioni; migliorare le capacità di adattamento all’evoluzione di leggi, regolamenti e norme di buona tecnica; assicurare il controllo di ogni eventuale emergenza, mediante piani adeguati.

Sull'impresa

Settore: Associazionismo imprenditoriale e distretti industriali Website: www.distrettocalzaturieroveneto.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica