HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


KAIROS

Consorzio di cooperative sociali

 

Intrecci di Cultura
Torino (Torino)

 

Problema

Cultura non significa proporre eventi per gli spettatori, ma trasformare in attori culturali i partecipanti e contemporaneamente consentire un progressivo continuum che consente all’artista di diventare parte integrante del territorio e della comunità. È quindi necessario proseguire sulla linea delle relazioni, creare partnership con il territorio e le istituzioni e proporre una serie di azioni ed iniziative finalizzate allo sviluppo delle attività di rete sociale al sostegno dei cittadini.

 

Soluzione

Il consorzio, in quanto impresa di comunità, ha tra i suoi obiettivi specifici la produzione di servizi per la comunità territoriale, con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione; la promozione, costruzione e realizzazione di attività culturali. Nonostante il focus sia posto sui giovani tra i 20 è i 35 anni, che sono coloro che in modo naturale si trovano in situazione di ingresso nel mercato del lavoro, le attività sono destinate all’intera comunità territoriale, senza distinzione di età, genere e provenienza. Intrecci di cultura, grazie al supporto economico della compagnia di San Paolo e in collaborazione con il settore Rigenerazione Urbana della città di Torino, vuole proporsi come occasione per sperimentare processi di inclusione sociale e promozione artistica. Intrecci di cultura è rappresentato da un comitato artistico formato da artisti volontari, da cittadini e da operatori sociali impegnati nel perseguire l’obbiettivo di inclusione e sostegno sociale e di reciproca conoscenza tra le culture e persone. I percorsi di lavoro scelti per il 2010 si sono basati: Sulla dimensione culturale connessa al cibo finalizzato all’inclusione delle donne (italiane e straniere) riunite settimanalmente in un vero e proprio salotto gastronomico; Sulla narrazione rivolta in particolar modo alle famiglie. Nel corso dell’anno, grazie al Teatro di improvvisazione, sono state proposte attività di lettura di fiabe e miti di diverse tradizioni culturali presenti ai bagni pubblici di Via Agliè, sede operativa dei progetti considerata un luogo di sperimentazione e confronto sociale e culturale. Cultura nella visione di Kairos vuol dire anche confronto ed ospitalità, pertanto si vuole porre l’accento sulla funzione dell’informazione e della comunicazione, dell’orientamento della persona attivando una rete di contatti con i servizi e le agenzie di terzo settore del territorio; sulla funzione dei servizi preposti alla consulenza e all’ascolto, fornendo informazioni sui diritti degli immigrati, sulle procedure di regolarizzazione, sui documenti, sulle opportunità di reinserimento. Infine si segnala la funzione di analisi dell’evoluzione della popolazione immigrata, dei suoi bisogni e del sostegno-accompagnamento.

 

Risultati

Il progetto ha goduto di un buon riscontro sui media, con ben 6 uscite sulle pagine locali dei quotidiani "La Repubblica" e "La stampa". Il progetto inoltre ha riscosso l’interesse dei servizi pubblici a sostenere con contributi economici il cofinanziamento dei progetti Kairos. Inoltre nella sede dei bagni pubblici di Via Agliè già circa 20 associazioni di immigrati o associazioni svolgono oggi la loro attività sul tema multiculturalità, scuotendo la coscienza della comunità in merito al tema. Il progetto ha ottenuto riconoscibilità sul territorio di riferimento, diventando punto di riferimento per le iniziative del terzo settore e progetti istituzionali di promozione multiculturale e culturale.

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.consorziokairos.org
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica