HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CHEP ITALIA

Multinazionale soluzioni di pooling di pallet e contenitori

 

CHEP: partnership logistiche a elevato valore aggiunto
Milano (MI)

 

Problema
Ridurre gli sprechi è un impegno che offre grandi benefici: salvaguarda l'ambiente, incrementa l'efficienza dei processi e genera ritorni economici da non trascurare.

 

Soluzione
CHEP Italia studia con i propri clienti (produttori o distributori) partnership logistiche volte al continuo miglioramento delle performance e alla riduzione degli sprechi.

Collaborazioni ottenute creando flussi di trasporto “chiusi” gestiti da un unico operatore, ottimizzando attività di movimentazione e amministrazione e riducendo i costi e l’impatto sulle emissioni di CO2, tramite l’azzeramento dei KM percorsi a vuoto.

Progetto treno con Nestlé Waters: il 75% delle tratte di trasporto di CHEP è considerato opposto al flusso tradizionale di trasporto e il 60% dei volumi partono da zone dove il flusso di trasporto non è bilanciato, portando ad avere elevati volumi da movimentare da diversi punti con diverse destinazioni e con tempistiche ridotte. Dall’altro, NW spedisce acqua secondo il tradizionale flusso di trasporto Nord‐Sud e secondo le condizioni economiche applicabili, con potenziali inefficienze di costo. Il surplus di pallet CHEP presente nel mezzogiorno e l’utilizzo da parte di NW di treni che ritornano verso Nord hanno rappresentato una reale opportunità per entrambi. CHEP, infatti, può garantire l’occupazione dell’80% dei vagoni di ritorno nel Nord Italia.

Progetto Round Trip: CHEP e un’azienda operante nel settore tissue condividono i propri flussi di trasporto utilizzando uno stesso trasportatore. Prima i flussi di trasporto del cliente erano gestiti da 3 vettori differenti con relativi impatti economici, ambientali e operativi, ora le tratte sono un singolo flusso.

 

Risultati
Per il progetto Treno i risultati e i benefici sono stati notevoli: ‐ riduzione delle emissioni di CO2: stimata in 5.863 tonnellate in meno, pari al 66% di quanto ne viene spedito via gomma (fonte EcoTransit.org). Per il Progetto Round Trip: eliminazione totale dei Km a vuoto; efficienze operative, gestionali ed economiche: ‐16% costi totali; maggiori vantaggi di riduzione di CO2 (circa 3,1 tonnellate di CO2 in meno) e costi ottenuti nelle tratte brevi (<200km).Il Progetto Round Trip è replicabile sugli stessi punti della GDO con diversi clienti e apre diverse opportunità su un vasto numero di Round Trip sulle migliaia di punti della GDO (a oggi 20 round con diversi clienti sono in fase di test o analisi).

Sull'impresa

Settore: Imballaggi  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica