HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


FLORIM CERAMICHE

Azienda produttrice di piastrelle in gres porcellanato

 

Florim green
Modena (MO)

 

Problema
Nel settore ceramico i consumi energetici del ciclo produttivo sono senza dubbio rilevanti, e impattano direttamente, oltre che sul conto economico aziendale, anche sul territorio e sullambiente.

 

Soluzione
Da anni le attività di Florim Ceramiche sono orientate a ottimizzare il proprio impatto sul territorio e, soprattutto in ambito produttivo, gli sforzi e gli investimenti attivati sono proiettati alla tutela dell'ambiente.

Le prove sono tangibili: dalla certificazione UNI EN ISO 14001, alle certificazioni di prodotto Ecolabel, fino agli ultimi grandi progetti industriali, di seguito riassuL'azienda ha a questo scopo avviato due progetti industriali:

- una turbina a gas erogante una potenza elettrica pari a 6,5 MW, atta alla produzione combinata di energia elettrica e calore

- un impianto fotovoltaico con una potenza elettrica di picco pari a 2,7 MWpeak, composto da pannelli disposti su macro-shed per una superficie complessiva di oltre 30.000 mq di nuovi fabbricati.

Per completare quest'ultimo progetto l’azienda ha inizialmente demolito e bonificato oltre 40.000 mq di capannoni con coperture in eternit per costruire dei nuovi fabbricati che, per oltre 30.000 metri saranno ricoperti da pannelli fotovoltaici tecnologicamente innovativi.

 

 

Risultati
Congiuntamente, i due progetti permetteranno all’azienda di ridurre complessivamente i propri consumi di energia elettrica di una quota pari al 65-70% del fabbisogno totale annuo.

Florim Ceramiche è lunica azienda del settore ad aver attuato un progetto di tale entità ed è già oggi oggetto di grande attenzione da parte della stampa; la reputazione aziendale beneficerà sicuramente di questa iniziativa.

Sull'impresa

Settore: Edilizia e costruzioni  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica