HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


MUSEO DEL NOVECENTO

l Museo del Novecento, aperto nel dicembre 2010, nasce dalla volontà di presentare al pubblico, in veste permanente, un percorso dedicato alla pittura e alla scultura italiana del XX secolo. Un simile museo mancava a Milano dal 1998, quando il CIMAC (Civico Museo di Arte Contemporanea) al secondo piano di Palazzo Reale venne chiuso e mai più riaperto; le opere quindi furono temporaneamente allestite al Palazzo della Permanente o in mostre a Palazzo Reale.
Il nuovo Museo del Novecento restituisce ai cittadini le proprie collezioni e conferisce il giusto riconoscimento a quei collezionisti, galleristi e istituzioni che nel corso di più di un secolo hanno collaborato a formare una delle più importanti raccolte di arte italiana del XX secolo, testimone del periodo forse più creativo e fertile della città di Milano.

 

Affetti-Effetti dell’Arte. Corso di formazione per mediatori culturali del patrimonio della città di Milano

 

Problema

I musei possono diventare oggi, potendo arricchire e completare la propria “offerta” con attività  educative, luoghi in cui garantire pari opportunità per tutti, con particolare attenzione verso le persone con difficoltà psichiche, fisiche o diversità culturali.

 

Soluzione

Il progetto ”Affetti/effetti dell’arte”, nato dalla collaborazione tra il Museo del 900, l’Associazione volontari e familiari “Tartavela onlus”, il dipartimento di salute mentale dell’azienda ospedaliera “L. Sacco” di Milano e il tavolo di coordinamento della salute mentale, si propone di rendere accessibile a persone con disagio psichico il patrimonio ospitato nel museo e, in prospettiva, anche in altri, offrendo occasioni d’incontro e integrazione tra chi vive l’esperienza del disagio psichico e il mondo della cultura e della società in generale.

Il progetto si articola in 6 giornate formative durante le quali i corsisti possano fare proprie competenze e abilità spendibili in un futuro lavorativo come “mediatori/guide culturali” nei musei e nelle gallerie cittadine. Durante i 6 incontri i corsisti familiarizzano con le opere della collezione, seguiti e stimolati dagli storici dell’arte operativi presso il Museo, sperimentando un approccio meno teorico e più personale al mondo dell’arte. I costi del progetto sono stati coperti interamente dall’Associazione Tartavela onlus, che vi dedicherà anche un video-documentario.

 

Risultati

Al termine del percorso formativo proposto, i corsisti sono in grado di proporre una visita guidata condotta in prima persona tra le opere della collezione.

Sull'impresa

Settore: Attività ricreative, culturali e sportive Website: eodelnovecento.org
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica