HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ROCHE

Azienda operante nel settore farmaceutico

 

Viaggia anche tu contro i linfomi

 

Problema
I linfomi (Hodgkin e non-Hodgkin) sono tumori maligni del sangue che originano dal sistema linfatico, poco conosciuti dall’opinione pubblica nonostante la loro ampia diffusione. Nel mondo sono circa 1 milione le persone che oggi convivono con questa patologia
Spesso le probabilità di guarigione (prognosi) e la scelta del trattamento dipendono dallo stadio della malattia. Da un’indagine Eurisko effettuata a marzo del 2004 è emerso però che, nonostante dati così importanti che caratterizzano l’incidenza di questa malattia, il 55% della popolazione italiana non è a conoscenza di cos’è un linfoma.

 

Soluzione
Per questo motivo, in occasione della prima Giornata Mondiale contro i linfomi tenutasi nel settembre 2005, Roche Italia ha deciso di realizzare una campagna di sensibilizzazione ed informazione sul tema. Roche ha identificato in Ail (Associazione Italiana contro le Leucemie - Linfomi e Mieloma) un’efficace interlocutore, dotato di tutto il know how e l’autorevolezza necessari per partecipare all’iniziativa e comunicare con i cittadini. Per la campagna, intitolata Viaggia anche tu contro i linfomi, è stato utilizzato il tema del viaggio come simbolo di un percorso che, attraverso l’informazione e la conoscenza porta simbolicamente verso il raggiungimento di un obiettivo/destinazione: vincere la battaglia contro i linfomi.
E’ stato scelto il treno come mezzo di trasporto che, attraversando l’intero territorio nazionale garantisce, non solo una diffusione capillare della campagna ma anche il tempo necessario per riflettere su un tema tanto importante. Per questo motivo, è stata coinvolta anche Trenitalia, in qualità di sponsor tecnico in grado di disporre l’utilizzo dei treni Euro Star (ES).
Oltre a Trenitalia e Ail è stata avviata un’altra partnership strategica con Cremonini, azienda che ha supportato il progetto grazie al suo know how nella ristorazione ferroviaria.
La campagna è stata quindi veicolata a bordo dei treni ES, su 156 tratte ferroviarie e nelle principali stazioni italiane ed ha visto la distribuzione di oltre 150.000 leaflet informativi, 200.000 portabiglietti personalizzati, l’affissione di 1.000 locandine nelle sale Club ES e gli sportelli delle biglietterie, 45 manifesti pubblicitari nelle stazioni di Vercelli, Novara, Reggio Emilia, Pisa e l’utilizzo di 116 scroller nelle stazioni di Roma Termini, Torino e Genova. I materiali informativi realizzati, insieme alla campagna pubblicitaria, hanno consentito di informare su rischi, diagnosi precoce e cure dei linfomi gli oltre 360.000 passeggeri degli ES e tutti i passeggeri “in transito” dalle principali stazioni. Inoltre, la campagna è stata presentata anche sul sito Ail (dove è stata data la possibilità di effettuare una donazione on line), sul sito Trenitalia, nelle biglietterie delle principali stazioni e Club ES, presso gli Chef express (con il coinvolgimento di 12 punti buffet in 9 stazioni ad alto transito), con articoli e inserzioni sulla pubblicazione “Riflessi” edita da Trenitalia, nelle carrozze ristorante ed, infine, sui carrelli welcome presenti nei vagoni dei treni. La campagna informativa è stata affiancata da una raccolta fondi destinata a sostenere il progetto di assistenza domiciliare di Ail. La raccolta è stata effettuata tramite la vendita di 150.000 sacchetti di caramelle personalizzati del valore di 1 euro cadauno ed è stata supportata dalla campagna pubblicitaria L’incurabilità dei linfomi è una convinzione da scartare.
L’ideazione, la progettazione e l’esecuzione del progetto sono stati ampiamente condivisi dal management di Roche, che ha supportato il team con pieno commitment. L’operazione è stata implementata in un’ottica di team multidisciplinare nel quale sono state coinvolte le funzioni marketing, comunicazione, acquisti e affari legali. Le risorse aziendali investite nel progetto sono state numerose sia in termini di tempo/lavoro che economiche: alla campagna hanno lavorato sei persone per un anno e mezzo, con un investimento di circa 300mila euro. Inoltre, il personale dell’azienda è stato reso partecipe dell’iniziativa dal team multidisciplinare attraverso la diffusione di leaflet informativi, distribuiti da stand posizionati all’ingresso dell’azienda, e con la raccolta fondi, supportata anche dal Cral aziendale, che ha permesso di raccogliere oltre 1.000 euro.
Inoltre, Viaggia anche tu contro i linfomi ha fatto parte di una campagna internazionale di sensibilizzazione legata al “World Lymphoma Awareness Day” e alla “Lymphoma Coalition”, un’organizzazione non profit mondiale formata da diversi gruppi di pazienti affetti dalla malattia.

 

Risultati
La campagna Viaggia anche tu contro i linfomi ha informato direttamente circa 360mila passeggeri ed indirettamente tutti i passeggeri “in transito” dalle principali stazioni italiane. Attività che ha dimostrato la sua efficacia non solo tramite la raccolta di 47.000 euro (destinati ad Ail per il progetto di assistenza domiciliare), ma anche tramite i 61.069.683 contatti (media impression) che sono stati generati attraverso l’attività di ufficio stampa.
Altri dati quantitativi interessanti sono relativi alle 85 uscite sui diversi media e ai 386.478 euro di economic value della campagna stampa.
Il ROI (return on investiment index) sintetizza il valore di ritorno per ogni euro investito nell’attività di ufficio stampa ed è stato pari al 471% , che significa che a fronte di 1 euro il risultato in termini di spazi acquisiti è pari a 4,71 euro. Inoltre, l’efficacia è stata dimostrata con una ricerca condotta da Eurisko (Le conoscenze sui linfomi), svoltasi su un campione rappresentativo della popolazione italiana, che ha fatto emergere come, ad un anno e mezzo di distanza dalla prima rilevazione su scala nazionale, sia aumentata del 4% la conoscenza di questa malattia (dal 45% del marzo 2004 al 49% dell’ottobre 2005). Infine, sono stati osservati un forte consolidamento della relazione strategica con l’associazione Ail, in termini di fiducia e collaborazione, ed un aumento della reputazione, interna ed esterna, in termini di CSR.
In ragione del successo riportato dalla campagna, del commitment aziendale e della soddisfazione manifestata da Ail è prevista una seconda edizione della campagna.

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico Website: www.roche.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica