HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ROCHE

Azienda operante nel settore farmaceutico

 

PROGETTO CHIRONE

 

Problema
Di tumore si muore sempre meno grazie all’estensione degli screening, alle migliori tecniche diagnostiche e ai progressi nelle terapie. Il risultato è che aumentano i pazienti definitivamente guariti o cronicizzati. Questo grande patrimonio di esperienze deve essere valorizzato per conoscere meglio i molteplici aspetti delle malattie neoplastiche e facilitare la condivisione delle difficoltà legate alla patologia tra gli esseri umani.

 

Soluzione
Roche Italia è da sempre impegnata nel fornire soluzioni alle crescenti esigenze di salute della popolazione, grazie a prodotti ad alto contenuto tecnologico. Nella sua attività di promozione della salute, collabora costantemente con le Associazioni Pazienti presenti sul territorio nazionale al fine di organizzare iniziative sociali con spiccate caratteristiche di eccellenza ed innovazione che hanno come fine lo sviluppo delle conoscenze nel campo della salute, della ricerca e della formazione in ambito sanitario, e la veicolazione di messaggi ad alto contenuto sociale. Un tumore rappresenta un evento drammatico nella vita di una persona, ma oggi grazie a terapie innovative ci sono molte possibilità di guarigione. Oltre all’aspetto farmacologico, è fondamentale il rapporto che il paziente ha con il proprio medico: apertura, dialogo, fiducia e stima sono elementi essenziali che ogni oncologo non deve trascurare. Per queste motivazioni e con lo scopo di contribuire a migliorare la relazione umana tra medico e paziente, Roche ha sostenuto nel 2007 il Progetto Chirone. Secondo il mito greco, il centauro Chirone, raffigura l’immagine del medico che, grazie all’esperienza della malattia, riesce a far emergere il paziente che ha dentro di sé. Il Progetto rappresenta la prima indagine realizzata in Italia, promossa da ATTIVEcomeprima Onlus e da Fondazione AIOM, sui medici che hanno vissuto l’esperienza del cancro e su come tale esperienza ha cambiato il loro modo di affrontare la vita privata e professionale. Quest’indagine ha rivelato per la prima volta le paure e le speranze del medico malato, ha analizzato nel dettaglio l’esperienza del tutto particolare di chi vive la doppia condizione di medico e paziente, ovvero dei medici colpiti da tumore. Dopo un tumore, il 70% dei medici modifica la propria relazione con il paziente: il 47% è più sensibile, il 46% cerca di trasmettere serenità, il 42% è più attento ai problemi del paziente e il 33% lo ascolta di più. Il progetto Chirone ha ottenuto i patrocini dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Milano. Dalla ricerca è nata una pubblicazione intitolata “Quando il medico diventa paziente” edita da Franco Angeli, presentata alla stampa nazionale il 4 ottobre 2007 e utilizzata come strumento di raccolta fondi da ATTIVEcomeprima Onlus. L’iniziativa è stata presentata al grande pubblico, attraverso un talk show serale in un importante teatro milanese, il Teatro Carcano, da Carlo Gargiulo e Sara Ricci. All’evento, a cui ha partecipato un migliaio di persone circa, hanno preso parte i rappresentanti di ATTIVEcomeprima Onlus, di Fondazione AIOM, i medici che hanno portato la loro testimonianza di “pazienti” e molti artisti che hanno voluto sostenere il progetto, tra cui Ornella Vanoni, Francesco Baccini, Laura De Marchi e Pietro Genuardi. L’iniziativa è stata supervisionata e coordinata da Roche Italia, con un team composto da: responsabile funzione Communications & Public Affairs, Business Communication Specialist Onco-Haematology, Advocacy Manager, Product Manager. L’impresa ha affiancato ATTIVEcomeprima Onlus nella gestione dell’agenzia di PR per la realizzazione degli eventi connessi. Collaborando con tali realtà Roche mette a disposizione non solo risorse economiche ma tutto il proprio know-how professionale e tecnico-scientifico.

 

Risultati
Roche ha rafforzato, grazie al Progetto Chirone, il dialogo con le Istituzioni che hanno dato il loro patrocinio al progetto: Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano. L’iniziativa ha avuto il merito di contribuire a ridurre la distanza fra medico e paziente, avvicinando le due figure in un rapporto di maggior comprensione e fiducia. Inoltre, grazie alla visibilità ottenuta dal progetto, è aumentata la consapevolezza del pubblico verso le malattie oncologiche in generale, l’importanza delle attività di prevenzione e i rimedi attualmente disponibili. Il personale coinvolto nell’iniziativa ha ampliato le proprie conoscenze e competenze nella gestione di partnership con un’organizzazione non profit. Inoltre l’impegno dell’azienda in attività di sostegno a cause sociali è ritenuto importante dai dipendenti, come risulta da una recente indagine interna: il 96,3% ritiene buono e soddisfacente l’impegno di Roche S.p.A. nel sociale e il 95% ritiene importante la collaborazione con organizzazioni non profit. Infine l’iniziativa ha avuto grande visibilità: 32 articoli dedicati ed una readership totale stimata intorno ai 27 milioni di contatti lordi.

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico Website: www.roche.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica