HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO

Nella Banca Che Vorrei… Il futuro prima

 

Problema

L'emergenza economica e sociale che il Paese sta attraversando riguarda soprattutto i giovani, che faticano non solo a trovare lavoro nell'immediato, ma anche e soprattutto a pensare al proprio futuro in modo positivo.

 

Soluzione

Il bando di concorso “Nella Banca che vorrei… Il futuro prima” è stato rivolto da Banca San Giorgio alle classi IV e V delle scuole secondarie superiori del proprio territorio di competenza. L’adesione degli studenti ha previsto – dopo momenti di formazione dedicata nelle scuole da parte della BCC - la presentazione su supporto informatico di un elaborato che illustrasse il tema del risparmio previdenziale e di come la “loro” banca possa soddisfare i loro bisogni di sicurezza verso il futuro.

L'iniziativa, che ha coinvolto 985 studenti e circa 500 famiglie, è stata ideata e promossa allo scopo di: aumentare la cultura previdenziale e l’importanza del risparmio nel segmento giovani; avvicinare il mondo della scuola a quello del lavoro; supportare la visibilità di nuovi progetti di start-up di giovani under 20 e nelle loro famiglie (nel territorio di competenza della Bcc sono presenti oltre 670mila abitanti e 252mila famiglie).

 

Risultati

L'iniziativa, ancora in corso al momento della redazione della presente scheda, ha permesso alla Banca di aumentare la propria credibilità e la propria immagine presso le comunità di riferimento.

I progetti che i giovani presenteranno verranno sottoposti dalla BCC a Covip, l’autorità amministrativa indipendente che ha il compito di vigilare sul buon funzionamento del sistema dei fondi pensione, affinchè le idee migliori possano tradursi in start-up di successo ed avere la giusta visibilità.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni Website: casangiorgio.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica