HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


SCM GROUP

Azienda che opera nel settore della produzione di macchine per la lavorazione del legno

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2011

“Aiutiamoli ad aiutarsi”. Alleanze per lo sviluppo. Un modello di intervento per costruire alleanze responsabili in cooperazione internazionale
Rimini (Rimini)

 

Problema

Uno dei principali problemi da risolvere nei Paesi in via di Sviluppo è certamente rappresentato dalla moltitudine di bambini e ragazzi abbandonati, vittime della povertà e del degrado, devastati da malattie come l’AIDS e costretti a guadagnarsi da vivere nelle strade. Bambini e ragazzi maltrattati ed emarginati, a cui viene preclusa ogni possibilità di educazione, di assistenza socio-sanitaria e di inserimento nella società, che lottano ogni giorno, con i pochi mezzi di cui dispongono, per avere una possibilità di riscatto e di reinserimento sociale.

 

Soluzione

SCM Group ha scelto di mettersi in gioco in prima linea in una campagna di cooperazione internazionale finalizzata a creare sviluppo in alcuni Paesi del Sud del mondo. La consapevolezza dell'azienda è che lo sviluppo è garantito dalla crescita, dal potenziamento del capitale umano e dall’educazione e la formazione di nuove professionalità.

“Aiutiamoli ad aiutarsi” è un progetto nato con l'obiettivo di fornire a questi Paesi una possibilità di riscatto e di reinserimento sociale, di costruirsi un futuro dignitoso, attraverso un processo di formazione e di inserimento lavorativo. In collaborazione con “Figli del Mondo”, associazione riminese che promuove la Responsabilità Sociale d’Impresa, l’ONG Papa Giovanni XXIII e l'associazione Oreundici Onlus, impegnate nel campo della cooperazione internazionale, il Gruppo SCM ha realizzato la costruzione di una serie di centri di formazione professionale con l’obiettivo di migliorare ogni anno il livello tecnologico della manodopera in Paesi come Bolivia, Zambia, Tanzania, Brasile e incrementare la fornitura tecnologica di macchinari

avanzati da destinare alle imprese locali. Il Gruppo SCM è intervenuto in queste realtà non solo fornendo supporto economico per la costruzione degli immobili e donando i macchinari utilizzati nei centri, ma anche mettendo a disposizione esperienze e competenze presenti all’interno dell’azienda. L’impresa ha anche consentito al proprio personale di recarsi presso tali centri, per offrire supporto e consulenza tecnico-organizzativa. Il modello di intervento scelto che mira a mettere a disposizione conoscenze e risorse più che adottare una politica di mera erogazione di fondi, comprova l’interesse del Gruppo nei confronti dei bisogni degli stakeholder ed un’attenta analisi di ogni realtà contestuale in fase di progettazione delle attività.

 

Risultati

Nel corso del 2009, sono stati allestiti:Un laboratorio/centro di formazione presso una comunità di orfani di AIDS a Ndola (Zambia) all’interno delle attività socio-assistenziali svolte dalla Comunità Papa Giovanni XXIII – Condivisione tra i Popoli; nell'ambito del progetto “Madre Terra” dell'Associazione Oreundici Onlus, un centro di formazione professionale presso una comunità di recupero di ragazzi di strada a Foz de Iguaçu (Brasile). I progetti vengono sistematicamente monitorati tramite relazioni e incontri periodici con i responsabili locali che consentono una costante verifica dei risultati raggiunti. Anche gli obiettivi fissati in merito ai tempi di realizzazione e al numero di persone che utilizzano i centri vengono controllati periodicamente. I beneficiari del progetto (quasi 200 persone all’anno per ciascun centro) hanno avuto riscontri positivi in termini di inserimento lavorativo. Al momento, il Gruppo SCM è presente solo in Brasile, ma nel lungo periodo l’azienda può effettuare forniture di macchinari tecnologicamente avanzati a imprese locali anche in altri Paesi come Bolivia, Tanzania ecc.

Il progetto ha consentito di entrare in contatto diretto con realtà molto povere e di aumentare la consapevolezza dell’importanza dell’aspetto formativo e dell’inserimento lavorativo per cercare di fornire un contributo strutturale allo sviluppo economico e sociale in queste aree. Il progetto ha inoltre permesso di avviare un rapporto organico e continuativo con le ONG interessate, dal quale sono nati contatti, scambi e collaborazioni su molti fronti, che si prevede possano generare in futuro ulteriori possibilità di collaborazione (a livello locale e di cooperazione internazionale).

Sull'impresa

Settore: Apparecchi meccanici ed elettrici Website: www.scmgroup.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica