HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CONSER

Società cooperativa consortile per azioni senza scopo di lucro

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2004

Progetto “EQUAL”

 

Problema
Dal 1999 CONSER è impegnato nel programma di registrazione EMAS dell’intera area industriale e nella gestione unitaria ed innovativa dei suoi problemi ambientali.
Dal 2001 CONSER partecipa al progetto EQUAL “ IL laboratorio del Tempo”, nell’ambito del quale ha istituito l’UFFICIO DEL TIME MANAGER DI AREA INDUSTRIALE (TM), il cui scopo principale è quello di favorire – a livello di area e senza distinzioni di genere- la conciliazione dei tempi casa-lavoro e la riduzione dei tempi perduti per aumentare quelli a disposizione della persona.
Nel 2003 il CONSER si è impegnato a realizzare un asilo nido interaziendale fruibile non solo dai figli di chi lavora in quest’area ma anche da quelli delle famiglie della Circoscrizione sud del Comune di Prato, dove insiste il 1° Macrolotto.
Sulla base di queste iniziative già in atto CONSER ha deciso di varare il”PROGETTO AREA INDUSTRIALE SOCIALMENTE ATTREZZATA- PAISA”.

 

Soluzione
Il CONSER, cogliendo l’occasione della concentrazione di numerose mPMI –sue socie- in una stessa area, ha promosso il progetto “PAISA”, al fine di coinvolgerle su questi temi senza scaricare su di loro i relativi oneri organizzativi e gestionali.
La partecipazione del CONSER al progetto EQUAL ha permesso di verificare una disponibilità di collaborazione delle mPMI superiore alle aspettative poiché si sono rese conto che CONSER non si sarebbe limitato a proporre iniziative ma le avrebbe anche gestite senza scaricare su di loro i relativi oneri organizzativi. L’immediata disponibilità sia a realizzare a loro cura e spesa l’asilo nido interaziendale, sia a rendere più flessibili gli orari d’ingresso e di uscita dei loro dipendenti aderenti all’iniziativa” car pooling” promossa dal Mobility Manager di area industriale (MM), sia a sostenere economicamente la politica di miglioramento ambientale dell’area, dimostrano che la strada imboccata dal CONSER è quella giusta: se si sollevano le mPMI dalle problematiche connesse allo studio, realizzazione e gestione delle varie iniziative, queste non si tirano indietro quando si tratta di sostenerle. L’importante è che ci sia qualcuno che prospetti soluzioni, e non problemi.
L’assemblea dei soci del CONSER ha dato incarico al CdA ed al Presidente di attuare quanto ritenuto necessario per realizzare, inizialmente, una politica di miglioramento ambientale continuo dell’area e, successivamente (a seguito, cioè, della partecipazione al progetto EQUAL), una analoga politica per favorire la conciliazione dei tempi e la valorizzazione delle risorse umane a livello di area. Il CONSER si è quindi dotato dell’UFFICIO DEL TM, che ha lo scopo di tenere i necessari contatti con tutte le mPMI e tutti i possibili interlocutori: dalle istituzioni pubbliche all’università, dalle associazioni di categoria a quelle sindacali etc. Questo ufficio avrà a disposizione dall’inizio del 2004 il portale “m1t1” dotato di un forum per fare sistema facilitando il dialogo con gli stakeholder, la governance di area, l’individuazione dei bisogni, lo sviluppo di adeguati interventi.
La prima indagine svolta dal TM tra gli addetti del Macrolotto ha permesso di ottenere oltre 1400 risposte ed acquisire prime conoscenze di base su: sesso, età, nuclei familiari, nazionalità, handicap. Per attirare l’interesse dei lavoratori/trici e dei micro e piccoli imprenditori/trici, il TM ha orientato la sua attività iniziale sulla organizzazione di servizi centralizzati in grado di assicurare immediati e tangibili ritorni di tempo e/o di denaro per i fruitori. A questo fine ha collaborato strettamente con l’ufficio del MM, per individuare un campione di 50-60 addetti, cui fare apprezzare i risparmi di tempo e di denaro derivanti dal car pooling, promosso da Conser e dal Comune di Prato con 15 automezzi elettrici. Questa iniziativa ha consentito al TM di invitare gli imprenditori a rendere più flessibile l’orario di ingresso e di uscita dei loro dipendenti per facilitare la composizione degli equipaggi dei car pooling. Gli imprenditori hanno aderito a questa richiesta perché hanno capito che una modesta flessibilità sugli orari avrebbe permesso ai loro dipendenti di azzerare i costi di trasporto (il servizio di car pooling è infatti totalmente gratuito per i fruitori). In questo modo gli imprenditori hanno favorito un apprezzabile vantaggio economico ai loro dipendenti senza alcun aggravio dei loro costi aziendali. Analoghe iniziative basate sul risparmio di tempo e denaro saranno attivate a partire dal 2004 per facilitare la conciliazione dei tempi casa-lavoro e fare recuperare tempi a disposizione delle persone operanti nel 1° Macrolotto:
-posta centralizzata: in genere sono le segretarie che vanno all’ufficio postale “a fine giornata” con conseguente allungamento dei tempi di rientro a casa. Con questo servizio le segretarie non dovranno più farsi carico di questi tempi perduti, gli imprenditori potranno contare su un servizio a prezzi inferiori a quelli del suo personale e l’ambiente avrà notevoli benefici perché una sola autovettura elettrica sostituirà centinaia di macchine tradizionali;
-spesa centralizzata: l’indagine svolta ha permesso di rilevare che numerosi dipendenti svolgono questa commissione nel tragitto casa-lavoro. Poiché oggi è possibile ordinare la spesa on line, gli interessati potranno fare le ordinazioni in questo modo ed un incaricato del CONSER provvederà a recapitarle presso le varie aziende prima della fine dell’orario di lavoro;
-lavanderia centralizzata: anche questa commissione è stata rilevata come molto frequente e per questo è stato predisposto il relativo servizio centralizzato;
-asilo nido interaziendale:dalla citata indagine il TM ha potuto rilevare che questa è una vera emergenza ed il CdA del CONSER ha accolto la sua proposta di realizzarlo previa costituzione di un comitato di garanzia pubblico-privato con la partecipazione del Comune, della Circoscrizione comunale, dello stesso CONSER, di pedagogisti e di genitori.
A seguito della citata rilevazione è stato possibile individuare i lavoratori/trici e gli imprenditori/trici più sensibili a queste tematiche. Il TM sta definendo un campione più ristretto, ma ugualmente rappresentativo, da monitorare periodicamente per seguire da vicino e continuativamente l’evoluzione delle esigenze dei datori di lavoro e dei lavoratori. Inoltre il TM ha promosso alcuni progetti di formazione professionale per stimolare la costituzione di cooperative giovanili e/o femminili in grado di fornire i servizi centralizzati richiesti da un’area industriale di così vaste dimensioni. L’obiettivo di fondo è quello di fare crescere la sensibilità dei datori di lavoro e dei loro dipendenti sui temi del miglioramento dell’impatto sociale ed ambientale di un’intera area industriale premiando il loro impegno con tangibili recuperi in termini di tempo a disposizione della persona e di risparmi economici.
Per i suoi molteplici impegni sugli aspetti ambientali e sociali il CONSER ha continui rapporti con tutte le istituzioni pubbliche e private locali, che sono pertanto costantemente informate sui risultati delle varie iniziative gestite dal TM a cominciare –naturalmente- dal Comune, che le sostiene in vari modi (dall’uso gratuito degli automezzi elettrici, al diritto di superficie gratuita del terreno destinato ad asilo nido ecc.). Inoltre il forum del previsto portale “m1t1” sarà uno strumento on line per facilitare l’aggiornamento ed il contributo di tutti gli stakeholder. Per tutte queste iniziative il CONSER mette a disposizione i suoi uffici di segreteria, di cui fanno parte anche il TM e il MM, i cui costi sono coperti in parte dai contributi associativi annuali dei propri soci ed in parte dalle entrate prodotte dai servizi centralizzati attivati.

 

Risultati
Sul piano ambientale sono stati raggiunti risultati molto significativi apprezzati dalla stessa CE, che ha selezionato il 1° Macrolotto tra i 24 best project di sistemi di gestione ambientale rivolti alle PMI. In particolare i risultati più significativi sono stati ottenuti col riciclo centralizzato delle acque, la mobilità e gli interventi di “626 di area” (servizio antincendio centralizzato tramite l’acquedotto industriale, segnalazione in caso di incendio delle cabine ENEL e SNAM che alimentano i singoli lotti, applicazione della tecnologia LIDAR per rilevare a distanza gli incendi e ciò che sta bruciando, messa in sicurezza dei tre incroci più pericolosi mediante la realizzazione di rotatorie).
Sul piano sociale: la partecipazione del CONSER al progetto EQUAL, peraltro ancora non completato, ha consentito di raggiungere interessanti obiettivi quali l’ufficio del TM, il portale “m1t1”, la nascita di una piccola cooperativa (GLO’S) per erogare servizi centralizzati e ridurre i tempi perduti di chi lavora, corsi di formazione, l’impegno di realizzare l’asilo nido interaziendale già in fase di progettazione, la disponibilità delle aziende a rendere più flessibili gli orari di lavoro per favorire il car pooling ed i conseguenti risparmi per i loro dipendenti.
Già col citato questionario è stato possibile verificare non solo un notevole interessamento dei dipendenti alle iniziative innovative del CONSER, ma anche una notevole meraviglia che qualcuno cercasse di risolvere alcuni loro problemi. Le successive proposte di servizi per ridurre tempi e costi hanno contribuito ad attivare una sempre maggiore collaborazione con datori di lavoro e loro dipendenti, che faciliterà la successiva ricerca di soluzioni concrete agli innumerevoli problemi finora non affrontati legati ad un’intera area industriale.

Sull'impresa

Settore: Associazionismo imprenditoriale e distretti industriali Website: www.conser-prato.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica