HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


PETROLTECNICA

Azienda che opera nel settore dei servizi in campo ambientale

 

Co2 = 0 modulo di progetto ambientale-sociale-economico

 

Problema
L’aumento di gas serra è un problema di grande attualità con effetti devastanti come il riscaldamento del paese, le  alluvioni e la desertificazioni. Questo problema, oggetto di dibattito a livello internazionale, è stato affrontato in maniera decisa e regolamentato con dei limiti categorici. Si richiede sempre più anche alle aziende non obbligate per legge, a rispettare tali limite e, ove possibile, a superarli.

 

Soluzione
L’aspetto cruciale del progetto realizzato da Petroltecnica consiste nella piantumazione di un’area di circa 1000 ettari nella foresta amazzonica boliviana al fine di raggiungere e superare il punto di pareggio delle emissioni di Co2 dell’azienda stessa. Il progetto avrà una durata di 20 anni e la prima fase, già avviata nel 2007, ha previsto la costruzione di un vivaio seminato con alberi autoctoni come mogano, serebo e tek e la piantumazione di un’area individuata grazie al coinvolgimento di forza lavoro locale. L’idea del progetto è nata dall’imprenditore che ha deciso di intraprendere un percorso di azzeramento delle emissioni nonostante l’azienda non sia tra quelle obbligate a questo adempimento. L’imprenditore ha quindi gestito personalmente la fase di individuazione dell’area, i sopralluoghi in situ, la progettazione del vivaio e dell’area adibita a piantumazione, la selezione del personale impiegato nel progetto nella comunità di riferimento al fine di accrescere l’occupazione in loco. Per azzerare totalmente le emissioni di Co2 sono state poste in essere diverse azioni, volte in prima istanza al contenimento dei consumi ed all’utilizzo di energie rinnovabili. In particolare è stata avviata una campagna per la raccolta differenziata dei rifiuti ed una per il risparmio della carta nei processi di stampa nonchè l’installazione di 200 metri quadrati di pannelli fotovoltaici. Per la parte comunque non comprimibile di emissioni che comporta l’attività aziendale (1.500 ton di Co2), l’impresa ha quindi pensato di avviare la piantumazione su un’area di circa 1000 ettari nella foresta amazzonica boliviana. L’iniziativa è del tutto volontaria e la produzione di ossigeno prevista dalle piante supererà di gran lunga il punto di pareggio delle emissioni di Co2 della Petroltecnica. Per quanto riguarda il monitoraggio e la rendicontazione del progetto in Bolivia e la valutazione dei risultati raggiunti, nel corso del 2008 l’azienda si attiverà per la certificazione del progetto da parte di uno dei principali enti che si occupano di queste procedure a livello europeo. L’iniziativa è stata adottata dal Pool di solidarietà, che è una struttura che opera da alcuni anni all’interno dell’azienda, formata da 50 dipendenti tra attivisti e simpatizzanti. Tale Pool è incaricato di gestire un budget nonprofit annuale, pari allo 0,2% dei ricavi aziendali, dedicato dalla proprietà a progetti sociali riguardanti pace, ambiente, solidarietà. Invece, in loco, il progetto è stato seguito da una struttura formata da un coordinatore e da una forza lavoro di alcune unità incaricate della cura del vivaio, della piantumazione e della manutenzione dell’area parco e della rimozione degli alberi giunti a compimento del loro processo biologico di produzione di ossigeno. Si calcola infatti che, raggiunto un determinato livello di crescita,  le piante non siano più in grado di produrre ossigeno e che quindi vadano tagliate con la possibilità di produrre legname da vendere al fine di creare beneficio economico per la comunità locale. Infine è stata avviata una partnership con l’Università di Perugia in triangolazione con l’Università di La Paz per finanziare una borsa di studio ad uno studente di agronomia per l’analisi, il monitoraggio e l’implementazione del sistema di semina e di forestazione.

 

Risultati
Attualmente è stato realizzato il vivaio, ove sono state seminate 100.000 piantine, di cui una parte, che ha occupato mq 1.000, è già stata trapiantata nel terreno. Inoltre, il personale, avendo scelto liberamente di parlare di questa iniziativa a clienti e fornitori, ha contribuito alla crescita della buona reputazione che la società vanta nei confronti di questi stakeholder. Infine la diffusione dei risultati permetterà all’azienda di pubblicare i dati del progetto e di mostrarne la sua concretezza al fine di proporre alle imprese sensibili del circondario di replicare questa stessa esperienza e di ampliare l’area di forestazione con il coinvolgimento di realtà aziendali della provincia ed eventualmente anche tramite l’attività di Figli del Mondo. 

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.petroltecnica.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica