HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


LEHMAN BROTHERS INTERNATIONAL (EUROPE) ITALIAN BRANCH

Banca d’affari americana

 

Programma di partnership nella comunità: Lehman Brothers e il CAF

 

Problema
È senza dubbio utopico pensare di assolvere tutte le richieste d’aiuto presenti al mondo ma è sicuramente possibile contribuire alla risoluzione di alcune di esse. La concentrazione delle proprie forze in termini d’investimento, in un’attività vicina al core business o fortemente desiderata dal personale componente l’azienda, è la via prediletta da molte imprese. In questo modo esse non solo massimizzano il supporto conferito all’associazione di riferimento ma dimostrano un impegno costante e continuo ai propri stakeholder.

 

Soluzione
La missione filantropica di Lehman Brothers (LB) nel mondo e in Italia è focalizzata all’aiuto di organizzazioni non profit che si occupano di bambini non privilegiati. Il modo per implementare tale strategia e raggiungere risultati apprezzabili è incentrato sul team working visto come fonte di arricchimento dell’esperienza lavorativa dell’individuo e di rafforzamento delle relazioni con tutti gli attori, la comunità, i dipendenti, i clienti e infine gli azionisti. L’idea sottostante è che lo sforzo filantropico sia reso più efficace dalla combinazione del potenziale aziendale con quello delle persone che vi lavorano. La sfida di LB è massimizzare questo sodalizio e per farlo fa leva su tutte le risorse dell’azienda: la fondazione costituita dalle donazioni dei dipendenti attraverso corporate grant; il matching delle donazioni da parte dell’impresa; il coinvolgimento del dipendente volto a permettere ad ognuno di esprimere il proprio interesse filantropico all’interno della banca; il volontariato; la partecipazione nei board direttivi delle organizzazioni non profit. A livello italiano sono stati donati oltre €250.000 e il 100% delle iniziative supportate da Lehman in Italia è stato promosso dai dipendenti. Inoltre secondo la Banca, la scelta di un approccio estremamente focalizzato sull’identificazione del partner sociale, il CAF (Centro di aiuto al bambino maltrattato e alla famiglia in crisi), è stata decisiva al fine di massimizzare l’efficacia del suo apporto ed enfatizzare il carattere di partnership delle relazioni. Il CAF è il primo centro privato per la cura dei bambini tolti alle famiglie, presieduto dal Prof. Pietropolli Charmet, con il quale, nel 2007, la Banca ha consolidato la sua relazione iniziata nel 2006, all’insegna della continuità e dell’accreditamento presso la relativa fondazione. Il risultato è stato l’ottenimento del grant di €150.000. La relazione a 360 gradi, basata sul funding, fund raising, volontariato individuale e di gruppo, organizzazione di eventi ad hoc, ha trovato la sua espressione massima nel corso del 2007. Il programma di lavoro insieme al CAF si è basato su undici momenti nel corso dell’anno, tra cui alcuni esempi significativi sono: due week-end sulla neve per i bambini del CAF; giving campaign, una campagna di raccolta fondi organizzata dai dipendenti; guardaroba per bene: LB ha collaborato con il CAF nella fornitura delle merci di abbigliamento da vendere, alla pubblicità; dell’evento e di volontari per i due giorni di vendita; vendita delle uova di pasqua: sia fornendo volontari ai banchetti previsti sulle piazze di Milano che all’interno degli uffici aziendali.

 

Risultati
È per LB in Italia motivo di orgoglio che, dopo un anno di lavoro con il CAF, la fondazione europea ha ritenuto meritevole del grant il progetto di prevenzione del CAF volto ad identificare situazioni ad alto rischio in modo da evitare che i bambini abbiano la sofferenza di essere tolti dalle famiglie d’origine, curando la famiglia prima che il disastro si compia. Al grant di €80.000 vanno aggiunte le donazioni effettuate direttamente dai dipendenti di €70.000, per un totale di €150.000 che coprono circa il 20% del fabbisogno finanziario del progetto di prevenzione. Tutte le iniziative sono state apprezzate dallo staff del CAF e dai bambini: una per tutte,  i week-end sulla neve. L’ampiezza della collaborazione con il CAF ha permesso di raggiungere uno straordinario risultato in termini di partecipazione: oltre l’80% dei dipendenti ha contribuito in una o più delle modalità previste al progetto. Un ulteriore riscontro di questa grande partecipazione viene dal fatto che l’intervento dei dipendenti italiani di LB alla Giving Campaign è stato il più alto d’Europa. Il livello di awareness intorno al progetto CAF è stato accresciuto dal fatto che la collaborazione è cominciata nel 2006. All’inizio del 2007 si è svolta una presentazione per lanciare la Giving Campaign e il progetto CAF. La risposta è stata toccante, data la partecipazione di 50 sugli 80 dipendenti e tutto il senior management della società. Complessivamente il coinvolgimento dei dipendenti su iniziative di volontariato ha raggiunto il 20%, di cui segnaliamo la festa d’estate e la festa di Natale, organizzate congiuntamente per il secondo anno consecutivo per i bambini del CAF e per i bambini dei dipendenti, con l’obiettivo di promuovere l’integrazione dei bambini del CAF con altri bambini senza differenze di sorta.  

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni Website: www.lehman.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica