HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Ente Locale

 

Welfare e responsabilitÓ sociale: accountability e green public procurement

 

Problema
Negli ultimi anni si sono concretizzate nuove richieste espresse dalla società civile nei confronti del territorio e dell'ambiente, che rientrano tutte nel concetto di sviluppo sostenibile. Di fronte ad un quadro di riferimento mondiale, l'efficace implementazione di programmi di sviluppo sostenibile dipende dall'impegno locale e delle singole organizzazioni.
In tale contesto perciò risulta fondamentale per gli enti locali fungere da propulsori di politiche volte alla responsabilità sociale aprendosi al confronto con il cittadino, nella convinzione che una partecipazione reale della collettività alla vita pubblica sia possibile solamente attraverso la condivisione non solo dei programmi e dei progetti avviati, ma anche dei risultati raggiunti, senza sottrarsi, eventualmente, a valutazioni critiche.

 

Soluzione
Il progetto si rifà ad una matrice strategica adottata dalla Provincia Autonoma di Trento (PAT) che stabilisce l’assetto valoriale di riferimento e le priorità di intervento ed ha consentito: alla Provincia di adottare nel 2005 il proprio Bilancio Sociale, individuando puntualmente i destinatari delle politiche di welfare e la rispettiva distribuzione delle risorse; al Comune di Rovereto (CR), ente gestore delle politiche di welfare delegate all’ambito comunale, di conseguire nel 2005, sulla base della citata matrice strategica, lo standard di responsabilità sociale AccountAbility1000 per gestire in modo partecipato e trasparente il processo di programmazione delle politiche socio-assistenziali e di rendicontazione delle connesse attività. La partnership istituzionale PAT-CR, formalizzata con uno specifico provvedimento, si è dimostrata vincente e consentirà di estendere nel 2006 il progetto di sensibilizzazione del territorio sulle tematiche dell’accountability e del green procurement.
La costruzione delle nuove politiche sociali secondo i principi della responsabilità sociale mira a coinvolgere tutti i portatori di interesse rendendo la comunità protagonista e artefice dello sviluppo e della crescita del proprio sistema. Si intendono attivare percorsi innovativi di pianificazione inclusiva che enfatizzano il coinvolgimento dei portatori di interesse che consentono di creare e diffondere una nuova cultura etico-sociale che può sostenere in Trentino la promozione e diffusione di filiere etiche sulla responsabilità sociale. La declinazione del concetto di filiere etiche sulla responsabilità sociale vedrà la PAT impegnata, già nel corso del 2006, su vari fronti: l’estensione dello standard AA1000 sul territorio provinciale coinvolgendo tutte le amministrazioni interessate a lavorare su queste tematiche; l’aggiornamento dei contenuti del bilancio sociale edito dalla PAT prevedendo, oltre agli indicatori sui destinatari della spesa, anche indicatori di impatto delle politiche di welfare-state sul territorio e sugli operatori profit; l’estensione della linea guida di bilancio sociale redatto dalla PAT ai 13 Enti gestori territorialmente delegati alla gestione delle competenze socio-assistenziali in modo da poter redigere il bilancio sociale consolidato; l’approvazione nel corso dei primi mesi dell’anno 2006 di criteri di orientamento dei finanziamenti c/k erogati alle organizzazioni che operano nel comparto sociale su prodotti ambientalmente sostenibili; l’attivazione di un coordinamento tra PAT ed organizzazioni del privato sociale che operano sul territorio provinciale in regime di convenzione erogando servizi di natura socio-assistenziale per orientare i consumi correnti di quest’ultime su prodotti etici, solidali, biologici e prodotti localmente.
I risultati conseguiti finora dal progetto sono stati presentati in uno specifico convegno nazionale presentato a tutti gli stakeholders istituzionali, e non, nell’autunno 2005 a Rovereto. In quest’ambito è stato rilanciato l’obiettivo sul 2006 ed in quella sede si sono raccolti gli interesse a lavorare in questa direzione da parte delle altre realtà territoriali. Attualmente si sta definendo operativamente il piano di lavoro. Il processo sarà replicato annualmente in modo da consentire da un lato di consolidare e migliorare il coinvolgimento delle parti interessate e gli strumenti della rendicontazione sociale, dall’altro di valutare, attraverso confronti temporali, se e come cresca l’efficacia, l’efficienza e la qualità del sistema degli interventi e dei servizi sociali.

 

Risultati
Il fatto di essere oggi nella condizione di porre nuovi obiettivi per il 2006 stimolanti e coerenti con quelli del 2005 evidenzia la qualità del lavoro svolto. Il progetto ha tra i suoi obiettivi anche di sperimentare strumenti innovativi che possano diventare oggetto di confronto, ricerca e buona pratica, in particolare per gli enti che operano in Trentino sulle tematiche sociali.
Il processo ha consentito: di sistematicizzare il processo di consultazione degli stakeholders, di definire batterie di indicatori di attività, di definire target e sistemi di reporting necessari ad assicurare una maggiore trasparenza per migliorare le prestazioni dell’organizzazione.
PAT e CR hanno rafforzato la propria reputazione nel comparto del welfare-state nei confronti della platea degli stakeholders nonostante il settore sia oggi critico e con domanda di accesso ai servizi crescente.
L’impatto del programma sulla comunità è stato sicuramente positivo. A fronte di domanda di accesso ai servizi crescente il bilancio sociale ha consentito di individuare puntualmente gli stakeholders destinatari delle politiche ridimensionando le richieste, mentre lo standard di responsabilità sociale AA1000, che è stato applicato al processo di costruzione della Relazione consuntiva e propositiva 2004-2005, ha creato consenso sociale sullo stato dei servizi e degli interventi erogati e sulle proposte di interventi socio-assistenziali previste con l’indicazione delle relative priorità. Relazione e Bilancio sono stati costruiti attraverso il dialogo ed il coinvolgimento dei portatori di interesse, mirando a creare una maggiore consapevolezza delle problematiche sociali e dei processi in atto.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.provincia.tn.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica