HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


COMIECO

Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica

 

Cartoniadi

 

Problema
Dati e statistiche attestano che circa il 35% dei rifiuti prodotti è carta. Un dato critico sia dal punto di vista dell’abbattimento delle foreste che da quello dell’inquinamento. Infatti, se da un lato il taglio degli alberi porta ad un aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera con conseguente incremento dell’effetto serra e del riscaldamento globale, dall’altro un riciclo scorretto dei rifiuti rende ancora più critico il problema dell’inquinamento.

 

Soluzione
La raccolta differenziata è un processo efficace al fine di sottrarre alla discarica materiali preziosi come la cellulosa e dare loro nuova vita attraverso il riciclo così da ridurre gli sprechi, economizzare le risorse e difendere l’ambiente. Il progetto promosso da Comieco va in questa direzione. Le "Cartoniadi" sono infatti una competizione virtuosa, una vera e propria Olimpiade nella quale, per un periodo di tempo definito, gli abitanti di una stessa città si impegnano collettivamente per incrementare la raccolta di carta, cartone e cartoncino, con l'obiettivo di far vincere al loro quartiere gli importanti premi messi in palio. L’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare i cittadini sul tema della raccolta differenziata, con particolare attenzione ai materiali a base cellulosica, coinvolgendoli direttamente al fine di trasformare questa modalità operativa in una buona abitudine quotidiana. All'inizio di ogni Cartoniade, vengono fissati gli standard (in termini di arco temporale e quantità di riferimento) con i quali valutare le performance di ciascun quartiere che viene chiamato a misurarsi con se stesso rispetto alla raccolta già effettuata precedentemente, in un periodo analogo. Il quartiere che al termine della manifestazione registra l'incremento maggiore si aggiudica il montepremi, che consente di realizzare progetti e migliorie a favore del quartiere stesso.
A supporto dell’iniziativa è stato creato un apposito sito internet (www.cartoniadi.org), vengono realizzate campagne pubblicitarie su stampa e radio locali, affissioni classiche e dinamiche, attività di ufficio stampa, direct mailing alle utenze domestiche, punti informativi con distribuzione di materiale illustrativo presso le utenze commerciali e attività di sensibilizzazione per e attraverso le scuole. L’iniziativa viene sempre realizzata con la collaborazione e la partecipazione dell’Assessorato all’ambiente del Comune ospitante e del soggetto titolare della convenzione che effettua il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Inoltre, vengono stabilite partnership con associazioni di categoria dei commercianti, associazioni ambientaliste locali e, in alcuni casi, scuole.
In particolare, le Cartoniadi hanno coinvolto:
- a Parma: AMPS Ambiente, il Comune (Assessorato alla mobilità e all’ambiente), tutte le Circoscrizioni, l’Ascom e la Confesercenti parmense;
- a Roma: Ama spa, il Comune (Assessorato alle Politiche Ambientali ed Agricole), Legambiente Lazio, tutti i Municipi, la Confesercenti e la Confcommercio;
- a Udine: Net Udine, il Comune (Assessorato Ecologia e Ambiente), tutte le Circoscrizioni e la Confcommercio;
- a Palermo: AMIA spa, il Comune (Assessorato alle Politiche Ambientali), tutte le Circoscrizioni, tutte le Scuole, la Confesercenti e la Confcommercio.



 

Risultati
Durante il periodo di gara, nelle città coinvolte, il progetto ha sempre registrato un incremento dei volumi e della qualità dei materiali cellulosici raccolti. Un importante risultato raggiunto è rappresentato dalle rilevazioni post iniziativa che attestano volumi in diminuzione rispetto ai valori della gara, ma stabilizzati ad una base superiore rispetto alla media precedente la stessa. Le Cartoniadi hanno inoltre generato un notevole interesse da parte dei media locali e, nelle edizioni meglio riuscite, anche nazionali.
Più nel dettaglio:
- Cartoniadi di Parma: l’incremento dei volumi di raccolta ha registrato un +38% durante la gara e un 26% nei mesi successivi. L’attività di ufficio stampa ha generato complessivamente 18 uscite sulla stampa on e off line e le TV locali hanno seguito la competizione passo per passo (dal lancio alla premiazione).
- Cartoniadi di Roma: incremento del +19% durante la gara e del 16 % nel post gara. L’attività di ufficio stampa ha generato complessivamente 52 uscite sulla stampa, di cui 26 sui quotidiani locali e nazionali, 4 agenzie, 3 settimanali e 19 testate on-line. TV e radio hanno dato ampio spazio alla competizione: Radio Vaticana ed Ecoradio hanno persino realizzato servizi dedicati.
- Cartoniadi di Udine: incremento del +16% durante la gara, assestato nei mesi successivi a +8%. L’attività di ufficio stampa ha generato complessivamente 30 uscite sulla stampa, di cui 11 sui quotidiani locali, 1 agenzia, 3 periodici specializzati e 15 testate on-line. Anche le TV hanno riservato ampi spazi.
- Cartoniadi di Palermo: l’incremento dei volumi di raccolta è stato pari a +40% durante la gara mentre non sono ancora disponibili i risultati dei mesi successivi poiché la gara è terminata a dicembre 2005. L’attività di ufficio stampa ha generato complessivamente 31 uscite sulla stampa on e off line e le TV hanno seguito da vicino l’intera competizione.

Sull'impresa

Settore: Carta, stampa ed editoria Website: www.comieco.org
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica