HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


Mondelez International

Gruppo alimentare

 

Delicious Difference Week

 

Problema
Uno dei pilastri su cui costruire la responsabilità sociale di un’impresa è il coinvolgimento delle stesse aziende nella comunità in cui operano. In quest’ottica la partnership con associazioni locali, che coinvolge gli stessi dipendenti dell’azienda, porta ad un doppio vantaggio: il supporto al territorio di riferimento e il coinvolgimento e la fidelizzazione delle proprie risorse umane.

 

Soluzione
Dal 5 al 10 ottobre 2009 si è svolta, contemporaneamente in tutte le sedi Kraft Foods del mondo, la prima settimana mondiale di volontariato "Delicious Difference Week“, che In Italia ha visto coinvolti i dipendenti in attività socialmete utili a favore del Banco Alimentare e di AISM, con cui l'azienda aveva già avuto modo di collaborare nel corso degli anni.L’iniziativa – una volta definite le attività di volontariato da proporre - è stata promossa internamente all'azienda (comunicazioni sulla Intranet, e-mail, count-down, materiale espositivo in sede, web tv) per raccogliere le adesioni del personale.Nelle varie sedi Kraft Foods del mondo le iniziative di volontariato sono state svariate: dal servire piatti nelle mense all’insegnare ai bambini a nutrirsi in modo corretto, sino a dare il proprio contributo in favore dell’ambiente ripulendo parchi e foreste. In Italia i dipendenti hanno supportato sia il Banco Alimentare - nelle attività pratiche dei magazzini e nel ritiro e consegna del cibo agli enti caritativi - sia l’AISM, partecipando alla raccolta fondi nelle piazze in occasione dell’evento nazionale “Una Mela Per La Vita”, donando un’ora del proprio stipendio e organizzando un pranzo sociale con le persone affette da sclerosi multipla.

 

Risultati
La prima “Delicious Difference Week” ha coinvolto 12.000 dipendenti in tutto il mondo e 123 in Italia tra le sedi di Milano e Genova, gli stabilimenti e la forza vendita. Sono state svolte attività di volontariato nei magazzini di Banco Alimentare site a Muggiò, Moncalieri, Belpasso, Pescara, Guidonia e Selargius e di supporto al programma Siticibo a Milano e Como. Sono state quindi donate alle organizzazioni prescelte circa 800 ore di lavoro volontario.Molti dipendenti infine, avendo avuto la possibilità di conoscere personalmente le necessità non solo primarie ma anche relazionali e psico-sociali delle persone affette da sclerosi multiple e di quelle che soffrono la fame, hanno dichiarato di voler continuare, anche privatamente, l’attività di volontariato con i partner selezionati.

Sull'impresa

Settore: Alimentare e bevande  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica