HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


BLUMET SpA

SocietÓ che si occupa della vendita di gas naturale alle famiglie e alle imprese di tutta Italia.

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2004

Intervento nella sanitÓ in collaborazione con ABO

 

Problema
Blumet è una società che si occupa della vendita di energia alle famiglie e alle imprese di tutta Italia. É una società giovane, nata nel febbraio 2002, ma che può contare sull’esperienza e la professionalità consolidata negli anni dalle tre imprese socie: AGAC SpA e SAT SpA, le principali aziende erogatrici di energia a Reggio Emilia, Sassuolo (MO) e nel distretto ceramico, e il gruppo Edison SpA che è la società dell’energia più antica d’Italia e una delle più antiche del mondo.
Il mercato italiano dell’energia sta attraverando una fase di profondi cambiamenti dovuti, in larga parte, al processo di liberalizzazione in atto. Tale contesto ha portato molte società del settore a ridefinire la loro missione. Blumet ha deciso di vivere questo cambiamento cercando di assumere un ruolo attivo all’interno della comunità in cui opera. Per fare questo ha scelto di mettere a disposizione le proprie competenze acquisite attraverso la gestione dei servizi energetici.

 

Soluzione
Blumet si è quindi fatta promotrice di un programma di intervento nell’ambito della sanità in collaborazione con l’Associazione ABO (Applicazione delle Biotecnologie in Oncologia), attiva da anni nella ricerca mirata sul cancro. Il progetto vede inoltre coinvolti diversi enti e istituzioni, tra cui gli ospedali e le università delle Province di Reggio Emilia e Modena.
Il progetto si inserisce all’interno di un percorso scelto da Blumet per consolidare il forte legame con i propri clienti. La particolare relazione che ha sempre contraddistinto le società di servizi operanti nelle province di Reggio Emilia e Modena rappresenta un importante valore da salvaguardare in uno scenario di mercato in forte evoluzione.
Con questo progetto si vuole quindi promuovere il marchio Blumet associandolo a iniziative concrete da sviluppare in stretta relazione col territorio. In particolare si propone un intervento diretto, nell’abito sanitario, teso a confermare che livelli elevati di di biomarcatori della famiglia delle proteasi nel tessuto del tumore sono associati ad una prognosi peggiore nelle donne con carcinoma della mammella.
Il progetto ha visto il pieno coinvolgimento dell’Alta Direzione di Blumet nella scelta del partner, nella definizione puntuale delle attività e nella gestione dei rapporti con le istituzioni locali coinvolte direttamente nell’iniziativa.
I vertici aziendali hanno avuto inoltre un ruolo centrale nella diffusione stessa dell’iniziativa partecipando direttamente alla Conferenza Stampa e rendendosi disponibili per le interviste e gli approfondimenti con gli organi di informazione.
La relazione positiva con i propri interlocutori è oggi una leva essenziale per costruire il vantaggio competitivo di un’azienda, soprattutto in un mercato indifferenziato e maturo come quello dei servizi energetici in cui opera Blumet.
I valori che stanno alla base di quest’iniziativa sono condivisi da tutte le persone che ogni giorno lavorano in Blumet. Da un lato, attenzione al cliente e coinvolgimento nella specifica iniziativa ed orgoglio di appartenere ad un’azienda attiva in progetti di grande valore sociale e impatto sulla comunità.
La decione di portare avanti quest’iniziativa nasce prima di tutto dal suo grande valore sociale, ma anche dalla consapevolezza di lavorare con ABO Project, un partner che garantisce a Blumet tutta la sua professionalità ed un approccio imprenditoriale nella gestione della ricerca scientifica e delle risorse.
Chiarezza sui tempi e sui risultati da raggiunger, interlocutori precisi, trasparenza nell’impiego dei contributi, flessibilità nel costruire ed adattare il progetto alle esigenze del territorio sono gli elementi che hanno spinto Blumet ad affidare interamente all’Associazione il coordinamento degli aspetti operativi legati all’iniziativa. La ricerca sarà poi svolta in concreto dagli ospedali e dall’Università della provincia di Reggio Emilia e Modana, dall’Istituto Nazionale Tumori di Milano e dall’University Hospital di Nijmegen (NL).
L’intervento avrà quindi un grande impatto a livello locale e prevede il sostegno di Blumet all’intero progetto per due anni con un impegno finanziario di circa 300.000 euro.
La collaborazione tra Blumet e ABO è rafforzata dalla condivisione dei vari fondamentali alla base del progetto e viene portata avanti in modo strutturato con una precisa suddivissione di ruoli e responsabilità, per il raggiungimento di un obiettivo comune che è la cura del tumore primitivo alla mammella.
Blumet e ABO hanno definito un piano di comunicazione congiunto che ha l’obiettivo di consolidare la relazione positiva di Blumet e i suoi clienti. Il piano di comunicazione prevede diversi step realizzativi nell’arco dei prossimi due anni.
Tra le attività previste, oltre alla comunicazione periodica dei risultati raggiunti, vi è la diffusione verso i clienti dell’impegno assunto da Blumet attraverso la stampa, le emittenti radio-televisive oltre che le fiere e le manifestazioni a cui Blumet partecipa direttamente.
In ultimo l’azienda sta studiando la possibilità di organizzare un convegno pubblico sul tema del tumore alla mammella in cui presentare anche i primi risultati ottenuti attraverso il progetto Blumet-ABO.

 

Risultati
Per valutare la qualità del progetto sono state definite due tipologie di indicatori di performance. La prima, relativa agli aspetti scientifici, è tesa a rilevare il miglioramento della qualità della vita delle donne colpite da tumore alla mammella. La seconda, di carattere strettamente commerciale, ha l’obiettivo di misurare l’impatto dell’iniziativa sull’immagine istituzionale di Blumet.
Per quanto riguarda i parametri scientifici, i primi dati attendibili saranno disponibiliverso la metà del 2004. Mentre ci sono ottimi risultati relativi agli indicatori commerciali. Tutta la comunità di Reggio Emilia e Modena è venuta a conoscenza dell’intervento di Blumet attraverso i principali organi di informazione e questo ha già contribuito ad un miglioramento delle vrelazioni tra Blumet e i suoi clienti.
L’iniziativa è particolarmente sentita da tutti i dipendenti di Blumet, che hanno preso partecon entusiasmo alla conferenza stampa di presentazione del progetto: si è trattato di un’occasione per rafforzare l’identità e lo spirito di gruppo nel sentirsi coinvolti come persone e come rappresentanti di un’azienda efficiente nel suio lavoro e dall’approccio responsabile verso l’esterno.
Il progetto ha avuto un impatto importante all’interno della comunità di Reggio Emilia e Modena poiché ha visto il coinvolgimento diretto e la collaborazione tra Ospedali, Università e Istituzioni locali su un tema di grande rilevanza sociale.
Inoltre il metodo di ricerca utilizzato da ABO porta ad un cambiamento sosteanziale di prospettiva: attraverso l’analisi dei biomarcatori si vogliono ottenere terapie mirate per arrivare a curare non tanto la malattia quanto la persona malata. I benefici dello studio non andranno solo a favore delle donne ammalate, ma verranno estese a tutta la collettività. I risultati ottenuti sul piano scientifico saranno infatti utilizzati per perseguire un un effettivo progresso nella ricerca di trasferimento.
L’auspicio è che il progetto contribuisca ad una più rapida risposta al problema del cancro.

Sull'impresa

Settore: Energia, gas, acqua Website: www.blumet.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica