HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


NOVO NORDISK FARMACEUTICI

Opera nel settore farmaceutico

 

Diabete Giovani “ Un tetto per gli Sheguč”

 

Problema
La Repubblica Democratica del Congo è uno dei paesi più poveri e martoriati dell'Africa. Alla sua drammatica situazione ha contribuito una lunga storia di sfruttamento coloniale, dittatura e, a partire dagli anni ‘90, una sanguinosissima guerra civile: numerosissimi sono gli orfani di guerra e gli ex bambini-soldato, cui si aggiungono bambini abbandonati o cacciati di casa da genitori che non sono più in grado di sfamarli.

 

Soluzione
Diabete Giovani: “Un tetto per gli Sheguè” è un progetto di solidarietà sociale rivolto ai bambini di strada del Congo (gli Shegué) ed ai bambini diabetici. E’ stato realizzato da Novo Nordisk in partnership con UNICEF, ed il patrocinio della SIEDP, Società Italiana di Endocrinologia e con JDRF (Jouvanile Diabetes Research Foundation), con i quali tenta da diversi anni di aiutare questi bambini in difficoltà con diverse iniziative volte a finanziare la costruzione di centri di accoglienza per tentare di strappare queste vite alla strada. “Un tetto per gli Shegué" è un progetto particolare, l'aiuto agli oltre 20mila bambini senza dimora del Congo arriva infatti dai piccoli pazienti di 67 Centri di Diabetologia Pediatrica italiani, coinvolti in un progetto ludico-educativo: i piccoli hanno usato i disegni per testimoniare amicizia e solidarietà agli Shegué, illustrando la propria vita e la propria malattia. Novo Nordisk ha deciso che ogni lavoro, ha un suo valore particolare, un mattoncino virtuale tramite il quale ha finanziato il progetto “Un tetto per gli Sheguè” con l’Unicef, per il ricovero dei bambini di strada del Congo. Per molti di questi bambini (nella sola Kinshasa, oltre 25.000) l'unica risorsa è la strada. Alcuni centri offrono un ambiente sicuro e protetto, tanto che in molti casi sono gli stessi ragazzi a cercare gli operatori, collaborando al censimento dei bambini più piccoli e favorendo l'azione di ricerca della famiglie di origine. Nonostante la percentuale di ricaduta nella vita di strada cresca proporzionalmente al tempo che i bambini vi hanno passato, gli operatori traggono forza dai casi, numerosi, in cui dopo un lavoro di assistenza, rassicurazione e rieducazione con i ragazzi e le loro famiglie, si riesce realizzare il ricongiungimento, tappa fondamentale cui segue una necessaria azione di controllo e sostegno per garantire che il ritorno sia permanente, che non ci siano ripensamenti e che i bambini possano continuare la scuola di base o la formazione, in certi casi con il sostegno finanziario dell'UNICEF. Per dare visibilità a questa nobile iniziativa, Novo Nordisk, sempre con Unicef, ha realizzato due Libri “ Nelle Strade di Kinshasa”, una toccante istantanea sulla vita di strada di questi piccoli, e “Un tetto per gli Sheguè” IO e lo sport , in cui appunto i bambini  Italiani esprimendosi attraverso varie forme d’arte si raccontano ai loro coetanei africani. Il progetto è stato avviato nell’ottica della cross-sector partnership che vede coinvolti diversi soggetti pubblici, privati e ONG  attorno al medesimo obiettivo, e secondo la quale i compiti sono stati così suddivisi: Novo Nordisk, ha curato la pianificazione e organizzazione progettuale, coinvolgendo in tutte le fasi il management aziendale, le strutture di marketing, le risorse umane e i dipendenti; SIEDP, ha coinvolto le strutture di diabetologia pediatrica, 75 operanti in tutta Italia, che hanno invitato, con la collaborazione di psicopedagogi, i bambini diabetici nel raccontare, attraverso disegni, il loro diabete e come vedono lo sport; JDRF, ha  coinvolto le Associazioni di pazienti operanti a livello nazionale e locale, garantendo il coinvolgimento dei genitori dei bambini e raccogliendo attraverso la vendita dei libri fondi da destinare alla ricerca; UNICEF, ha collegato l’iniziativa ai principi solidaristici del progetto, garantendo che in tutte le sue fasi siano stati rispettati i principi ispiratori ed etici a tutela dell’infanzia; e il Ministero della Salute-Direzione Generale della programmazione e Commissione nazionale per il diabete, ha avuto il ruolo di garante ai principi ispiratori della risoluzione delle nazioni Unite nell’anno mondiale del bambino diabetico.

 

Risultati
Dal 2004, ossia da quando l'UNICEF Italia ha iniziato a sostenere direttamente il progetto "Bambini di strada" in Repubblica Democratica del Congo, i bambini ricongiunti definitivamente alle famiglie sono stati 2.079 e quasi 22.000 hanno beneficiato delle attività di assistenza, recupero, formazione e ricongiungimento familiare realizzate dai Centri. L’impegno sociale e etico della Novo Nordisk è stato apprezzato da tutti i clienti, facilitando le relazioni interpersonali tra le parti con un migliore raggiungimento degli obiettivi di business e da alti esponenti politici e istituzionali (es: Presidente emerito della Repubblica Sen. Carlo Azeglio Ciampi). In varie città d’Italia, la partnership di Novo Nordisk con UNICEF, in relazione al progetto di solidarietà “Un tetto per gli Shegué”, si è concretizzata in eventi di grande successo con la partecipazione complessiva di moltissimi bambini dell’ultimo biennio delle scuole elementari, oltre alle maestre e a un nutrito gruppo di genitori.

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico Website: www.novonordisk.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica