HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


UNICREDIT

Gruppo finanziario

 

Struttura di Territorial Relations

 

Problema
Sempre più fortemente avvertita è la necessità di rafforzare il dialogo tra imprese e territorio di riferimento, allo scopo di valorizzare le peculiarità di quest’ultimo in un’ottica di superamento delle logiche “localiste”.

 

Soluzione
Il Gruppo UniCredit ha istituito nel 2003 in Italia i Comitati Territoriali, strutturati come organismi consultivi di cui fanno parte professionisti scelti tra imprenditori, rappresentanti dell’associazionismo e della cultura rappresentativi del territorio di riferimento, allo scopo di creare partnership continuative in grado di elaborare progetti concreti per rilanciare le economie locali, coniugando coesione sociale e competitività.I Comitati Territoriali sono stati dunque concepiti per entrare in contatto con le numerose comunità locali con cui il Gruppo si relaziona, in modo da conoscerne dinamiche e necessità rilevanti e sviluppare progetti che rispondano in modo efficace alle esigenze rilevate.Per dare un’adeguata strutturazione alle attività dei Comitati Territoriali (sviluppo e realizzazione dei progetti per le comunità locali, coordinamento delle relazioni con i membri dei Comitati e gestione degli eventi collegati) è stata inoltre creata la direzione Territorial Relations (“TR”), facente capo ad uno dei tre Deputy CEO del Gruppo. Le partnership continuative con i territori di riferimento (la quasi totalità delle regioni italiane), formalizzate con la nomina dei membri dei 19 Comitati, vengono identificate dalla direzione TR ed approvate dal cda del Gruppo. Le partnership riferite a singoli progetti vengono invece identificate e sviluppate direttamente dalla direzione TR.

 

Risultati
Gli obiettivi fissati dalle diverse partnership con le comunità sono stati finora raggiunti attraverso la realizzazione di diverse iniziative di successo che sono state molto apprezzate dai partner sul territorio. I Comitati Territoriali, nel corso del 2009, si sono riuniti 52 volte con un tasso di partecipazione pari al 65%. Sono stati costituiti 22 gruppi di lavoro e realizzati circa trenta progetti.La struttura di TR sta attualmente sviluppando una metodologia di misurazione della performance sui singoli progetti - complessa data la differenziazione delle iniziative sviluppate insieme ai partner locali - seguendo l’approccio di valutazione degli Intangibles.

Il modello dei Comitati Territoriali è replicabile anche se le sue caratteristiche distintive, estensione su tutto il territorio italiano, qualità dei membri dei Comitati, presenza di una struttura dedicata per seguirne le attività, rendono la sua implementazione molto complessa.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica