HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


GRUPPO JOHNSON & JOHNSON

Gruppo attivo nel settore della ricerca farmaceutica, dei presidi medico chirurgici, diagnostici, sanitari, cosmetici

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2008

SostenibilitÓ Ambientale

 

Problema
È sempre più evidente come vi sia un’interdipendenza tra la salute dell'uomo e quella del pianeta in cui viviamo: il degrado ambientale rappresenta una grande minaccia per la nostra salute. Si chiede perciò alle imprese di affrontare in modo globale, integrato, il tema della sostenibilità.

 

Soluzione
A fronte di questo e della responsabilità che da sempre il Gruppo Johnson & Johnson ha nei confronti dell'ambiente, la sfida che si è posta l’impresa, con una serie di obiettivi validi per tutte le aziende che la compongono, è quella di diventare la società più ecologicamente responsabile nel mondo e di coinvolgere personalmente e attivamente ogni dipendente. Negli anni tutte le aziende del Gruppo hanno adottato delle misure e dei programmi per ridurre l’impatto ambientale e delle buone pratiche all’interno delle stesse per limitare gli sprechi di acqua, energia (acquisto di 100% energia verde) e raccogliere in modo differenziato i rifiuti, dal gennaio 2006 questo impegno è diventato programmatico, strutturato e trasparente. Sono stati fissati gli  Healthy Planet 2010, una serie di obiettivi chiari e misurabili, per la salute e il benessere della Terra, sui quali la Johnson & Johnson si impegna in modo continuativo con il coinvolgimento attivo dei suoi dipendenti in tutto il mondo, con l’obiettivo di espandere l’etica ambientale in tutta la catena di approvvigionamento, e di migliorare e tutelare l’ambiente al di là dei confini delle strutture aziendali. I principali temi affrontati, in questo programma, e sui quali sono stati stabiliti degli obiettivi misurabili sono: l’educazione ambientale dei dipendenti, la trasparenza nei documenti di certificazione (il 100% dei siti produttivi e di ricerca e sviluppo dovrà rendere pubblico il proprio programma di sostenibilità ambientale), l’uso dell’acqua (riduzione del 10% in valore assoluto del consumo di acqua nelle aziende), dell’energia (riduzione del 7% delle emissioni di CO2  per la produzione di energia dal 1990 al 2010, obiettivo superiore a quanto previsto dal protocollo di Kyoto), della carta e degli imballaggi (eliminazione del PVC per i confezionamenti dei prodotti finiti,  uso del 90% di carta riciclata negli uffici e uso del 30% di carta proveniente da foreste certificate o riciclata per i confezionamenti cartacei), i rifiuti (riduzione del 10%), la biodiversità (valorizzare la conservazione della biodiversità nelle aree in cui l’impresa ha influenza e controllo e coinvolgere i dipendenti in attività di conservazione) e la compliance (nessuna contaminazione dell'ambiente e nessuna violazione della legge). Inoltre, ogni anno, da 24 anni, le aziende celebrano la settimana dell’energia, Energy Week, dedicata ogni volta ad una tematica ambientale diversa, sulla quale vengono realizzate campagne informative e di sensibilizzazione e coinvolti figli o nipoti dei dipendenti da 3 a 12 anni di età nella realizzazione di un disegno sul tema. Quest’anno per la prima volta tutte le aziende italiane hanno anche aderito alla giornata internazionale del risparmio energetico promossa da Radio2, mettendo in atto delle attività che hanno prodotto ottimi risultati sia in termini di diminuzione dei consumi, che di sensibilizzazione grazie alla Campagna informativa diffusa attraverso 3 newsletter e la distribuzione a tutti i dipendenti di un kit per il consumo intelligente offerto da EnelSi. Tutti i dipendenti vengono coinvolti in programmi e/o progetti di alfabetizzazione e sensibilizzazione sulle tematiche ambientali, ad esempio alcune delle attività messe in atto nella Giornata Internazionale del Risparmio Energetico sono state: spegnimento di tutti i monitor dei pc durante la pausa pranzo; alle ore 18:00, in concomitanza con lo spegnimento internazionale, disattivazione di tutte le luci esterne per 10 minuti, delle luci e stampanti, fotocopiatrici e fax non in uso; e spegnimento per 10 minuti degli armadi di condizionamento e ricircolo. Gli obiettivi degli Healthy Planet 2010 toccano tutti gli aspetti del business: per la prima volta, ciascun dipendente Johnson & Johnson svolge un ruolo attivo nel soddisfare gli obiettivi ambientali. L'attuazione di questi obiettivi è iniziata a gennaio del 2006 e si concluderà nel dicembre 2010. 

 

Risultati
I risultati derivati dalle nuove installazioni e dalla partecipazione alla Campagna “M’illumino di meno” nella giornata del 15 febbraio attestano un forte riduzione dell’impatto ambientale negli ambiti sopra indicati. Per quanto riguarda il personale sta crescendo la sensibilità e la cultura sulle tematiche ambientali grazie alle campagne periodiche che hanno registrato una redemption del 80% e sono stati distribuiti ai dipendenti 3000 kit offerti da Enel.Si. In occasione dell’Energy week partecipano più di 100 bambini al concorso di disegno. Infine, grazie alla partecipazione a M’illumino di Meno, il Gruppo è stato intervistato da Radio2 come grande azienda italiana sensibile alle tematiche ambientali.

Sull'impresa

Settore: Commercio e Largo consumo Website: www.jnj.com/
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica