HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


FIDITOSCANA - SISTEMA MICROCREDITO ORIENTATO ED ASSISTITO

SocietÓ specializzata nella gestione delle misure di supporto a favore delle PMI

 

Progetto SMOAT

 

Problema
Al fine di rafforzare lo sviluppo locale è fondamentale sostenere anche quelle persone che, senza differenziazioni di genere, età o cittadinanza, hanno passione, idee e il desiderio di creare una piccola realtà imprenditoriale.  

 

Soluzione
Il Progetto Smoat nasce in attuazione del protocollo d’intesa FidiToscana- Banche-Regione Toscana siglato nell’Aprile del 2006. Aspetto centrale dello stesso è lo sportello Smoat, presso la sede di Fiditoscana che incentiva l’avvio e lo sviluppo di microimprese (aziende con meno di 10 occupati, un fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro) attraverso: un finanziamento di microcredito fino a 15mila euro, per un investimento massimale di 20mila Euro, rimborsabile entro 60 mesi senza richiesta di garanzia per i neoimprenditori; un servizio di accompagnamento rivolto sempre ai micro-imprenditori al fine di sostenerli nella fase di avvio e sviluppo dell’impresa; un’istruzione semplificata della pratica che si fonda sulla sola valutazione delle caratteristiche dell’investimento e degli sbocchi di mercato. Con lo Sportello Smoat, FidiToscana risponde quindi anche alla necessità di porre al centro delle sue azioni la persona, il cittadino (nello specifico domiciliato/residente nella regione Toscana) come portatore di diritti e desideroso di entrare attivamente nel mondo del lavoro autonomo. FidiToscana, le Banche e la Regione Toscana  hanno sancito la comune volontà di concorrere, per le rispettive competenze, allo sviluppo del sistema produttivo toscano, sia al fine di sostenere e mantenere vivo l’attuale apparato produttivo e di servizi, sia per promuoverne le dinamiche di progresso verso percorsi di sostenibilità sociale ed ambientale. In questo panorama chi ha il ruolo di partner non profit è la Commissione SMOAT che, costituita da dirigenti volontari, ha la funzione di verificare i requisiti formali dei richiedenti il credito e di coadiuvare Fiditoscana per i servizi al pubblico, nonché di convogliare i contributi materiali e immateriali delle associazioni di categoria e di altri soggetti interessati al funzionamento e consolidamento del progetto. Con particolare riferimento alle necessità di consulenza ed assistenza tecnico-finanziaria delle PMI toscane, Fiditoscana conferma quindi l’impegno a sviluppare tutte le possibili sinergie con i firmatari del protocollo (Regione Toscana, Monte dei Paschi di Siena, CR Firenze, BNL, Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo, Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Banca Etica ecc..), contribuendo a valorizzare il ruolo istituzionale che le viene assegnato in merito all’attività di consulenza, insieme alla funzione di sostegno finanziario allo sviluppo economico del territorio proprio del sistema bancario, nonché a valorizzare il ruolo di Artigiancredito Toscano s.c.c. per il sostegno alle imprese artigiane. Inoltre per ottimizzare i processi di erogazione rivolti alle imprese beneficiarie, le banche si sono impegnate a promuovere verso il personale operante presso le rispettive strutture bancarie, una formazione adeguata all’attivazione del progetto. Allo stesso modo hanno operato le Associazioni di Categoria, gli Enti e le Istituzioni che hanno attivato gli sportelli territoriali interattivi. Analoghe forme di collaborazione nell’assistenza e consulenza tecnica sono state definite con riferimento alla prevenzione di crisi finanziarie aziendali, anche avvalendosi della collaborazione delle Università Toscane. Infine viene fornita quotidianamente collaborazione ed assistenza tecnica a tutte le Caritas della Regione ed alle Associazioni di Migranti.

 

Risultati
Lo sportello SMOAT ha avuto nel 2007 circa 398 contatti da parte di imprese individuali, di cui 226 solo grazie all’attività di front office e 162 da parte di banche ed operatori territoriali, mentre in Toscana, nel 2007, hanno usufruito del finanziamento 103 aziende. Da evidenziare vi è anche l’impegno delle microimprese toscane di praticare la RSI, anche attraverso una formazione istituita ad hoc da professionisti del settore appartenenti a Fabrica Ethica. Inoltre i primi numeri del Progetto Smoat parlano di: 118 nuovi posti di lavoro; 33 ditte individuali costituite da migranti; 32 imprese femminili; 41 imprese costituite ex novo da giovani di età inferiore ai 34 anni; 33 nuove imprese edili; 27 aziende nel settore commercio; 28 nuove imprese nel settore servizi; 13 società artigiane; 1000 stakeholder diretti coinvolti (lavoratori, subfornitori, associazioni di categoria); 100 stakeholder indiretti (associazioni no profit, Università e media). Infine l’alto numero dei contatti, la richiesta di informazioni e di partecipazione per la presentazione del progetto in eventi e manifestazioni di diverso tipo confermano che si tratta di un’iniziativa che persegue percorsi sostenibili e concorre allo sviluppo del sistema produttivo locale.  

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni Website: www.fiditoscana.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica