HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


AZIENDA OSPEDALIERA S.CAMILLO FORLANINI

Azienda Ospedaliera di Roma

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2008

La Cooperazione Ospedaliera per il Peace Building in Corno d’ Africa

 

Problema
Il Corno d’Africa è una delle aree geografiche più povere e tormentate del continente Africano, prioritarie d’interventi di cooperazione, come documentato dal Presidente del Consiglio al Meeting di Addis Abeba del Febbraio 2007. In questo contesto caratterizzato da crisi belliche recenti e conseguenti bisogni emergenti, sono necessari interventi di ogni tipo.

 

Soluzione
In questo contesto, caratterizzato da crisi belliche recenti e conseguenti  bisogni emergenti, è stato localizzato l’intervento sanitario dell’ Azienda Ospedaliera S. Camillo - C. Forlanini (AOSCF) rivolto ad una popolazione bisognosa, anche con indirizzo formativo degli omologhi locali ospedalieri e ministeriali, con l’obiettivo di contribuire attraverso buone prassi mediche al processo di peace buillding nell’ area, in accordo ad una azione innovativa di diplomazia della salute, siglata dal Ministero Affari Esteri e Ministero della Salute Italiani nei recenti convegni di Roma 8.2.07 e 11.12.07. Dal 2003 l’ Azienda Ospedaliera S. Camillo - C. Forlanini di Roma ha infatti avviato un programma di internazionalizzazione, dove la cooperazione ospedaliera nei PVS ha un ruolo prioritario. Una Delibera Aziendale in particolare ha siglato un accordo con la Ong Voci dal Mondo (Vpm), e con la Onlus Milena, focalizzando la propria azione di assistenza clinica e formativa in questa regione africana. Inoltre nel 2006 ha siglato un agreement con il Ministero della Sanità Eritreo e nel 2007 con Tigrai Health Bureau in Etiopia, per realizzare progetti di cooperazione sanitaria congiunti, da promuovere da parte di donatori internazionali, attraverso la collaborazione gestionale della Ong Vpm ed altri partner consorziati, divenendo così capofila di attività sanitarie anche con il coinvolgimento di altre AO e ASL regionali e nazionali. I progetti prevedono soprattutto interventi di assistenza clinico-chirurgica e formazione ospedaliera, attraverso l’invio in missione di professionisti ospedalieri preparati, in qualità di Cooperanti Ong Vpm, suddivisi in diversi Team specialistici, a rotazione. Il programma di cooperazione ospedaliera per il peace building in Corno d’Africa è sostenuto anche da donatori privati e pubblici. In modalità di cooperazione decentrata ha attivi 2 progetti in Eritrea presso Orotta Hospital di Asmara e presso Ghindae Referral Hospital. A questo innovativo e solidale presidio amministrativo si aggiunge un contributo triennale della Fondazione Banca Nazionale delle Comunicazione (BNC) specifico. Il coinvolgimento del personale è stato l’elemento qualificante di questo progetto di cooperazione ospedaliera: il capitale umano coinvolto oltre ad offrire know how clinico formativo in loco, ha favorito anche un’azione di EAS (educazione allo sviluppo) per il personale ospedaliero di ruolo, con effetto moltiplicatore per attività anche di sostegno ai Team espatriati.

 

Risultati
Dal Gennaio 2006 al dicembre 2007 l’ Azienda Ospedaliera S.Camillo Forlanini ha inviato in breve e lunga missione 69 Cooperanti espatriati, suddivisi in 18 Team specialistici presso Orotta Hospital di Asmara; 28 Cooperanti presso il Ghindae Referral Hospital in Eritrea,; 12 cooperanti presso Hewo Hospital in Etiopia; nei 2 paesi (Eritrea ed Etiopia) inoltre 20 (10+10) Cooperanti per un progetto clinico specialistico Cardiologico che ha previsto attività ospedaliera e territoriale di prevenzione cardio-reumantica con trasferimento dei pazienti gravi verso AOSCF con piano di Umanizzazione sostenuto dalla Regione Lazio e presso Selam Hospital di Kartoum (Ong Emergency). Per il Medical Center di Galkayo non è permesso, per questioni sicurezza al momento, alcun invio di espatriati italiani. Quest’attività specifica di Cooperazione Ospedaliera Internazionale a fini umanitari è stata documentata attraverso alcuni eventi organizzati presso l’Aula Magna Forlanini (AOSCF) e mediante progetti formativi interni (PFA) accreditati ECM ed inseriti in manifestazioni nazionali specifiche o presentati in convegni nazionali ed internazionali. Inoltre, il personale ha acquistato straordinaria motivazione e senso di appartenenza. Si è anche riscontrato una grande ritorno non solo d’immagine per AOSCF, per i partner e per gli operatori coinvolti, che ha prodotto la costruzione di una prima rete consortile di formazione ed attività cliniche gemellate tra strutture diverse nel settore sanitario che si sta diffondendo a livello regionale, ma anche nazionale: tale processo è definito cross fertilization di esperienze, nuove tecniche ed approcci manageriali all'assistenza sanitaria in contesti a risorse limitate. Infine, a livello locale, i molti Team specialistici, oltre ad essere testimoni delle condotte governative locali hanno, in ambito professionale assicurato una formazione continua al personale locale ospedaliero sia a livello clinico che manageriale, garantendo prestazioni eccellenti e improntate ai bisogni specifici espressi.

Sull'impresa

Settore: Sanità e servizi sociali Website: www.scamilloforlanini.rm.it - www.ongvpm.org
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica