HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ATM

Trasporto pubblico locale

 

Percorsi di mantenimento al lavoro per persone con grave disagio

 

Problema
Il costante lavoro, svolto da molte imprese, di supporto ai lavoratori in condizione di difficoltà ha evidenziato come talvolta il disagio lavorativo esprima un malessere che coinvolge la sfera personale, familiare e sociale delle risorse umane. In alcuni casi la persona affronta temi quali l’etilismo, l’emergenza abitativa e il disadattamento sociale.

 

Soluzione
ATM SpA con il Progetto “Percorsi di mantenimento al lavoro per persone con grave disagio” ha realizzato un piano d’azione innovativo per promuovere il recupero e l’integrazione sociale e lavorativa delle proprie risorse umane in situazione di emarginazione grave. La sfida per ATM è consistita nello strutturare un progetto coerente e integrato per offrire ai propri dipendenti in difficoltà l’opportunità di seguire un percorso personalizzato di valutazione del bisogno, di cura e di riabilitazione mantenendo la propria occupazione lavorativa. L’iniziativa è oggi una realtà, che vede l’Associazione Cena dell’Amicizia, ente nonprofit onlus, collaborare proficuamente con ATM. Tale partnership permette ad ATM di avvalersi di una realtà competente, che opera da anni sul territorio milanese a favore dell’integrazione sociale delle persone in condizione di emarginazione. L’Associazione infatti offre sostegno, strutture, servizi e qualora necessario, anche un luogo in cui vivere per poter recuperare la propria autonomia. In essa i dipendenti di ATM in difficoltà che hanno aderito alla proposta progettuale, stanno fruendo di prestazioni specialistiche (psicologiche, sociali, medico-legale) all’interno di un’attività mirata e personalizzata di supporto e cura. Una peculiarità del progetto consiste proprio nella realizzazione e nel consolidamento di una sinergia tra il contesto lavorativo e quello di cura offerto al medesimo soggetto, ponendo al centro l’individuo stesso come protagonista del percorso. La Direzione di ATM ha identificato e sviluppato la partnership attraverso la Direzione Risorse Umane. Lo sviluppo del progetto, delle fasi e delle modalità dell’intervento sui singoli casi, nonché degli strumenti di monitoraggio e verifica sono stati definiti congiuntamente dai Servizi Sociali ATM e dall’Associazione Cena dell’Amicizia, ognuno per le proprie competenze. La compartecipazione e la collaborazione sinergica è peraltro tratto distintivo dell’iniziativa, in tutte le sue fasi. In parole povere la risorsa umana in disagio è chiamata ad essere protagonista in ogni fase del percorso di riabilitazione e cura. Il ruolo del dipendente è centrale, in quanto la persona stessa è protagonista di un percorso di cura e di mantenimento del lavoro strutturato in base all’unicità delle proprie risorse e caratteristiche. Gli stessi strumenti utilizzati testimoniano questo orientamento: due fra tutti, la scheda di progetto individuale e gli incontri di monitoraggio. La prima è una sorta di contratto in cui sono chiariti e condivisi obiettivi, tempi, strumenti di lavoro e di verifica e impegni reciprocamente assunti. Anche gli incontri di verifica e monitoraggio sono occasioni di dialogo tra la persona, ATM e l’Associazione. Essi sono realizzati dai Servizi Sociali ATM e Cena dell’Amicizia, in incontri periodici tra questi due soggetti e il beneficiario dell’intervento per rilevare la percezione, gli atteggiamenti e i comportamenti legati al disagio e all’attività lavorativa. Viene effettuato inoltre un monitoraggio dei Servizi Sociali ATM sul rendimento lavorativo.

 

Risultati
Il progetto “Percorsi di Mantenimento al Lavoro” sta sostenendo il mantenimento dell’inserimento lavorativo e dell’integrazione sociale di dipendenti in situazione di grave disagio aderenti al percorso, migliorandone la qualità della vita sia lavorativa, sia sociale in senso più ampio. L’esito positivo del cammino offerto, grazie alla leva lavorativa e alla volontà del soggetto di curarsi, sta garantendo il buon proseguimento del rapporto di lavoro, in termini di continuità e proficuità. I risultati sin qui ottenuti sono di promozione della consapevolezza del disagio individuale e di attivazione del processo di cura e di riabilitazione socio-occupazionale. Inoltre le risorse umane aderenti al progetto sono state riqualificate rispetto alle proprie abilità lavorative e, recuperando proficuità lavorativa nell’attività svolta, esse sono maggiormente presenti in termini di giornate di lavoro. È inoltre migliorato il clima lavorativo e il rapporto dei dipendenti con l’organizzazione. Risultano infine accresciuti il livello di soddisfazione e di appartenenza. I risultati relativi all’azienda consistono nella riduzione dell’assenteismo, degli interventi disciplinari e del numero di infortuni e incidenti. Per la società nel suo complesso, significa curare un soggetto a rischio di emarginazione sociale qualora perdesse non solo la sua posizione lavorativa ma anche la sua autonomia sociale ed economica, gravando così sui sistemi assistenziali e non più lavorativi/occupazionali.

Sull'impresa

Settore: Trasporti Website: www.atm-mi.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica