HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO, MANGIAGALLI E REGINA ELENA

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

 

Incontri di counseling per genitori di neonati con patologia cardiaca, volti a contenere l’ansia originata nel percorso diagnostico e dall’ipotesi d’intervento di cardiochirurgia postnatale
Milano (Milano)

 

Problema
Il paziente affetto da cardiopatia congenita e i suoi familiari devono affrontare notevoli difficoltà, soprattutto nel momento in cui all’interno dell’ospedale a cui fanno riferimento non è previsto nessun supporto psicologico. Fornire un supporto a queste famiglie dal momento della diagnosi, durante la degenza del bimbo e nel follow up ambulatoriale, è una questione che deve riguardare tutte le aziende ospedaliere.

 

Soluzione
Fino al 1999, non c’era uno spazio fisico ne’ psicologico dedicati ai bambini malati e alle loro famiglie all’interno della U.O. di cardiologia: è stato così creato uno spazio fisico nell’ambulatorio di cardiologia pediatrica, dove il neonato può essere cambiato e allattato e il bambino più grande può giocare. Questo provvedimento ha migliorato l’interazione famiglia ospedale e la qualità del lavoro degli operatori sanitari. Dal 2004 si è inoltre attivato un ambulatorio pediatrico dedicato specificamente ai problemi di crescita e di malattia associati alla cardiopatia.

Rimanevano però gravi problemi soprattutto psicologici, quando il bambino doveva essere sottoposto ad intervento chirurgico, a volte anche nei primi giorni di vita: si è quindi coinvolto il personale specializzando/tirocinante nel concedere supporto psicologico pre e post natale alle madri che ne avevano bisogno.

 

Risultati
Su 14 casi seguiti, 10 (71%) madri hanno continuato l’allattamento al seno, nonostante il bambino sia stato sottoposto ad intervento chirurgico: la percentuale di allattamento al seno dei casi non seguiti era pari a 0. Sono in corso dei colloqui di sostegno psicologico con madri di bambini risultati cardiopatici, poiché è risultato evidente un grave malessere comune, che inizia con la prima diagnosi di cardiopatia effettuata dal medico.

La creazione di simili spazi per le famiglie, ha facilitato tra le altre cose, l’allattamento e un clima psicologico migliore sia nella famiglia che in reparto. Ciò ha permesso ai genitori di arrivare all’intervento di cardiochirurgia in modo più sereno e consapevole. Inoltre, attraverso l’operato dei mediatori culturali, abbiamo potuto estendere questo supporto psicologico anche alle famiglie non italiane.

Sull'impresa

Settore: Sanità e servizi sociali  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica