HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ENžA

Multiutility operante nel settore dell'erogazione di servizi e creazione di infrastrutture

 

Il ricettario degli avanzi

 

Problema
Gli italiani, ogni anno, buttano in media 27 chili di cibo a testa, ma non sono i soli: infatti gli americani, campioni in carica, sprecano quasi la metà degli alimenti che comprano: una voragine che inghiotte cibo ancora commestibile e, in più, danneggia l' ambiente. Un esempio su tutti: per produrre le 187 tonnellate di latticini buttate via in un anno (il 2008) dalle famiglie britanniche sono state emesse 640 mila tonnellate di Co2 e impiegati 74 mila ettari di terra.

 

Soluzione
Il Ricettario degli Avanzi, realizzata da Enìa in collaborazione con Accademia Barilla, raccoglie ventotto ricette create con avanzi di pranzi e cene.Nasce con l’obiettivo di fare riflettere i cittadini sui propri stili alimentari e sulle tante e inedite possibilità di impiegare, in maniera proficua, i rimasugli dei pasti, contribuendo anche alla riduzione dei rifiuti. Le ricette sono frutto della creatività della cultura gastronomica italiana e di un mondo in cui lo spreco non esisteva. La gastronomia è il “pretesto” per affrontare in un modo semplice e meno invasivo l’argomento dei rifiuti “organici” che spesso costituiscono un problema per le Aziende che raccolgono i rifiuti. Una tipologia di rifiuto scarsamente “amata” dai cittadini per le difficoltà e i preconcetti che a volte accompagnano la raccolta (odore, putrescibilità, timori di trasmissione di malattie, arrivo di animali). Il Ricettario, distribuito nell’area di Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Roma è un progetto in corso e aperto al contributo di tutti.

 

Risultati
Il progetto ha riscosso notevole interesse sia nel bacino Enìa, sia in ambito nazionale.Sono state distribuite 5.000 copie del Ricettario e il progetto è stato presentato da Striscia la Notizia nell’ambito della rubrica “Occhio allo spreco” di Cristina Gabetti.Inoltre dal Ricettario sono partite iniziative per portare menù con ricette realizzate recuperando i pasti, anche in alcune mense scolastiche.La Provincia di Roma ha utilizzato la pubblicazione come stimolo nell’ambito dei progetti per la settimana europea della riduzione dei rifiuti.Il successo non solo locale del progetto testimoniano il raggiungimento di alcuni risultati chiave: la possibilità di aprire ragionamenti sui temi ambientali con modalità né specialistiche né allarmistiche; sviluppare gli aspetti legati alla cultura materiale che stanno alla base del nostro rapporto con i rifiuti; incentivare la partecipazione dei cittadini con forme di partnership nello sviluppare politiche aziendali. Il progetto ha portato all’apertura di nuovi tavoli di confronto sui temi ambientali e sull’utilizzo di strumenti nuovi. Tavoli di dialogo che vedono coinvolte le istituzioni locali, il mondo scolastico e associazioni ambientali del territorio. L’interesse sul progetto ha incentivato la nascita di nuovi legami con realtà presenti sul territorio.

Sull'impresa

Settore: Servizi  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica