HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


SOLVAY SPECIALTY POLYMERS ITALY

Multinazionale del settore chimico e materie plastiche

 

MarCo Project-Marghera Cogenerazione

 

Problema

Gli impianti di cogenerazione (produzione contemporanea ad alti rendimenti di calore ed elettricità) possono rappresentare, se ben studiati, progettati e realizzati, un’importante innovazione tecnologica eco-efficiente, soprattutto per l’industria chimica.   

 

Soluzione

Solvay Specialty Polymers produce una gamma di polimeri ad elevate prestazioni e materiali speciali. Tra questi, i materiali fluorurati, prodotti attraverso l’impiego di fluoruro di idrogeno ad elevata purezza (HF). Solvay, tra il 2015 e il 2016, ha ideato e realizzato un innovativo progetto che consente di ottenere HF ad elevata purezza con minori consumi di acqua, migliori rendimenti energetici e minori emissioni di CO2. Il progetto si basa sulla realizzazione di un impianto di cogenerazione a motore alternativo, che permette la purificazione di HF, producendo acqua calda ed elettricità con alti rendimenti.  L’energia termica sviluppata dal motore, viene recuperata e riutilizzata per la produzione di vapore saturo, per il riscaldamento delle acque di processo, per il riscaldamento e degassaggio dell’acqua demineralizzata. L’acqua a 90° che si ottiene dal recupero viene utilizzata per scaldare le colonne di purificazione di HF. 

 

Risultati

L’ottenimento di calore per mezzo di un flusso di acqua calda e non di vapore, è un beneficio innovativo per una sezione di distillazione così importante per il processo di produzione e permette di risparmiare energia e recuperare acqua. I benefici prodotti dall’innovazione sono rappresentati dalla riduzione del consumo di risorse naturali (7.200mc/a in meno per la produzione di vapore), dal maggiore rendimento dell’impianto di produzione dell’energia elettrica e dalle minori emissioni di CO2. Nell’ambito del contributo agli obiettivi 2030, Solvay è in grado di recuperare un total rate thermal input pari a 2480 kwt. Il progetto è potenzialmente replicabile per altri processi di distillazione a bassa temperatura (60°).   

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico Website: www.solvay.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica